venerdì 23 novembre 2012

Fettucce al sugo di acciughe e pangrattato

Ieri sono stata a pranzo da mio padre. Spesso succede che sia io a portare da lui il pranzo, e così è stato anche ieri. Mio padre, contrariamente alla sottoscritta, mangia pochissime cose. E' stato sempre problematico sotto questo punto di vista e accontentarlo è spesso l'"incubo" di tutta la mia famiglia. Mi ricordo che quando vivevo con lui era complicatissimo riuscire ad organizzarsi. Mangia si e no 10 cose, non mangia gli avanzi, e lo stesso alimento se glielo proponi due volte nella stessa settimana lo annoia così tanto che gli da due semplici forchettate per poi lasciarlo. Insomma, un vero grattacapo! 
Ieri con me ho portato un tortino di acciughe che so che gli piace molto e che, oltretutto, mangia solo se glielo preparo io, quindi ero sicura che non lo mangiasse da parecchio, dato che pulire le acciughe non rientra tra i miei passatempi preferiti e lo faccio davvero di rado. Siccome a pranzo eravamo soltanto noi due e che oramai ero rassegnata a pulire il mio kg di acciughe, con quelle rimaste ho preparato questo sugo. Il risultato è stato personalmente soddisfacente. Presto proverò a sottoporlo al "viziato" palato paterno, magari mi va bene!


320 gr pasta lunga
250 gr acciughe pulite
una decina di pomodori tipo piccadilly
vino bianco
8 cucchiai di pangrattato
aglio
peperoncino
prezzemolo
sale
olio evo


Mettere a bollire l'acqua della pasta. Nel frattempo in una padella soffriggere 2 spicchi di aglio in camicia con un piccolo peperoncino. Aggiungere le acciughe e quando saranno rosolate sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco. Appena il vino sarà sfumato aggiungere i pomodori tagliati a metà, aggiustare di sale e lasciar cuocere per circa 15 minuti a fuoco medio. 
In un padellino con dell'olio e uno spicchio di aglio, tostare il pangrattato a cui avrete aggiunto del prezzemolo tritato.
Cuocere la pasta e condirla con il sugo di aggiughe e spolverare con il composto di pangrattato a cui avrete tolto lo spicchio d'aglio. Guarnire a piacere con del prezzemolo tritato.

V.

Nessun commento:

Posta un commento