sabato 1 dicembre 2012

Ventaglietti di sfoglia alla paprika e patè di olive con crema di robiola e caprino


“Valeria, se trovi difficile scegliere cosa preparare chiama Cristiana”. Questa è la frase o l’azione che mi accompagna tutte le volte che non sono convinta o non ho proprio idea di come calibrare un pranzo. Voi non trovate difficile gestire un menù dalla prima all’ultima portata? Insomma, ci devono essere abbinamenti di sapori, pietanze che non stridano tra loro, una certa scelta riguardo ai commensali, alla disponibilità di tempo e alla voglia di fare. 
Ma...facciamo un piccolo passetto indietro. Io e Ms Beuf ci conosciamo dal liceo. Per l’esattezza eravamo compagne di banco. Quando ci siamo conosciute non sapevamo di essere figlie di amici di famiglia, ma poi sono arrivati i dettagli sui cognomi e le foto dei nostri genitori ai rispettivi matrimoni. Possiamo andare ancora più indietro. I nostri genitori sono colleghi e sono figli di colleghi, percui le nostre famiglie si conoscevano dall’epoca dei nostri nonni e poi... poi siamo arrivate noi, la generazione al femminile! Dissimili in tante scelte, vite diverse ma amiche e consigliere. Se poi non sai cosa preparare, ripeto, chiamare Cristiana è un atto davvero necessario che faccio da anni. “Cri..ma per antipasto...non ho idee..”. Ed eccola li, che ti richiama mezzora dopo, sa che la tua voglia di cucinare in questo periodo è bassissima e ti lancia una ricetta facile e veloce. Questo è Ms Beuf. E’ altrettanto rapida anche nei consigli di vita, dove è oggettiva e lascia davvero poco spazio alle lugubrazioni mentali, pronta ad aiutarti e a consigliarti in 4 parole. E’ stata lei a chiamarmi un giorno per dirmi che aveva trovato una cosa che secondo lei faceva proprio al caso mio. L’entusiastica telefonata sarà durata a malapena 5 minuti, durante i quali mi dava i numeri da chiamare e informazioni brevi ma dettagliatissime. Fatto stà che questa “cosa che faceva proprio al caso mio” faceva proprio al caso mio dato che si è trasformata nel mio lavoro. E’ stata sua anche l’idea del blog, una nuova divertente fatica dove la ringrazio (per ora) per aver voluto coinvolgermi. Sono anche sue le tante convinzioni e i tanti modi di essere che io, che nutro una grande stima nei suoi confronti, ogni tanto cerco di fare mie. La nostra è un’amicizia senza smancerie, non discutiamo mai e non ci intromettiamo nelle scelte altrui. Nessuna fa discorsi psicofilosofici analizzando motivazioni, modalità o giudicando, noi ci raccontiamo e quello basta. 

E, detto questo, ecco la rapida e semplice ricetta che mi ha lanciato al volo al grido di: “aiuto Cri, un antipastino!”





Per i ventaglietti
2 confezioni pasta sfoglia pronta
70 gr patè di olive
paprika


Per la crema di formaggio
160 gr formaggio caprino spalmabile
75 gr robiola
olio evo
erba cipollina fresca


Srotolate i ventaglietti e cospargetene uno con la crema di olive e l’altro spolverizzandoci sopra la paprika. Riarrotolate le sfoglie partendo dai rispettivi due bordi e proseguendo verso il centro fino a far combaciare le due estremità (a questo punto dovrete trovarvi davanti a voi, li distesi sul piano di lavoro, due piccoli cilindretti di sfoglia che si incontrano al centro della sfoglia stessa). Sovrapponeteli e tagliate i rotoli così ottenuti in dischi di circa 1/2 cm. Adagiateli non troppo vicini tra loro su una teglia rivestita di carta forno e cuoceteli in forno caldo a 200° per circa 20 minuti o fino a che non appariranno dorati in superficie. 

Nerl frattempo preparate la crema di formaggio mescolando insieme i formaggi tra loro. Unite l’olio, l’erba cipollina sminuzzata e guarnite con poca paprika, qualche filo di erba cipollina ed un goccio di olio.

V.


4 commenti:

  1. ..e così non vale....grazie C.

    RispondiElimina
  2. Ciao, c'è un premio-amicizia x te da ritirare,
    Ciao Dany :-D
    bell'idea questi ventagli

    RispondiElimina