venerdì 21 agosto 2015

Pane dolce del Sabato con visciole e pepe lungo

Come i bambini vado in vacanza e solo ora mi accorgo di aver abbandonato al destino il blog per parecchio tempo. E anche oggi mica ho tanta voglia di scrivere, ma di lasciarvi una ricetta si! 
A dir la verità provai già a realizzarla un paio d'anni fa, ma venne fuori una roba dura e secca.
Evidentemente con i lieviti sto migliorando, visto che questa volta è venuto fuori bello morbido.
Nessun cambiamento particolare: durante la sfida di allora fu provato di tutto! 
Buon viaggio Eleonora!



Pane dolce del sabato (ricetta qui):

per due trecce ripiene:

500 gr di farina 0
2 uova medie (circa 60-62 gr con il guscio)

100 gr di zucchero
20 gr di lievito di birra
125 ml di acqua tiepida
125 ml di olio extra vergine d'oliva
10 gr di sale
100 gr di visciole sciroppate
1 grano di pepe lungo pestato al mortaio
un tuorlo d'uovo
un cucchiaio di acqua


Setacciate la farina.
Sciogliete il lievito nell'acqua tiepida insieme a un cucchiaino di zucchero e fate riposare una decina di minuti fino a far formare una schiuma. Mischiate la farina, il sale e lo zucchero e versateci il lievito e cominciate ad impastare, versate poi l'olio e per ultimo le uova, uno ad uno, fino alla loro incorporazione. Lavorate fino a che l'impasto si stacchi perfettamente dalla ciotola, lasciandola pulita.
Lasciate lievitare per almeno due ore, dopodiché, sgonfiate l'impasto e tagliatelo in due parti uguali. Tagliate poi ognuna delle parti in tre.
Stendete su un piano infarinato ognuna delle parti lunghe circa 35 centimetri e larghe 15. 
Spargete le visciole e il pepe polverizzato sulle tre parti.
Arrotolate poi sulla lunghezza, in modo da ottenere tre lunghi "salsicciotti".
Uniteli da un capo e cominciate ad intrecciare.
Ripetete l'operazione per la seconda treccia. Adagiate le trecce su una placca da forno unta di olio. Lasciate lievitare ancora due ore. 
Sbattete il tuorlo d'uovo con un cucchiaio di acqua e spennellatelo sulla superficie.
Infornate in forno già caldo e STATICO a 200°C per circa 15-20 minuti.



Con questa ricetta partecipo alle MTC e-salatate 2015

4 commenti:

  1. Oggi mi sono svegliata prestissimo. Sarà il fuso orario o che eravamo stanchissimi e siamo andati a letto con le galline che c'era ancora il sole :) E la prima cosa che vedo su fb è questa. E il tuo augurio di buon viaggio. Una treccia perfetta e quelle visciole che invitano al morso... e che bello, dentro e fuori! Brava che hai insistito! Il mio pane del sabato oggi senza cucina mi manca parecchio a colazione, sognerò ad occhi a certi il tuo per tutta la giornata mentre scopro questa Delhi tutta nuova, verde e caotica.
    un bacio grande.
    Ele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho pensato in questi giorni. Spostarsi con dei bambini (e un cane!) non è mai cosa facile e Delhi è una città "faticosa". Spero che ti entri nel cuore e che tu sappia trasmetterci la sua bellezza. Buona fortuna cri

      Elimina
  2. era ad occhi aperti!!!! :D grrrrr

    RispondiElimina
  3. Ah il pane del sabato. E che bella quella edizione. L'ho rifatto 4 volte e mi è sempre venuto imperfetto. Mi sa che dovrò riprenderlo in mano adesso che ho maggiore dimestichezza con i lievitati!
    Il tuo, lasciatelo dire, è stupendo (e poi anche a me le vacanze hanno massacrato la voglia di blog, ma piano piano sta ripartendo). Abbraccione grande.

    RispondiElimina