mercoledì 16 novembre 2016

Tiramivia

Quanto mi sono incavolata quando ho visto il tema della sfida!
Ale lo sa, una delle prime volte in cui mi ci stava mandando.
Susy: mannaggia a te! Stavi rischiando che mi giocassi il passo.
Ho vacillato, ma l'amore per l'Mtc è troppo forte per mollare. Sai cosa mi ha fatto incavolare?
Il bisogno di un tema. Inventarsi una storia dietro una ricetta mi pesa e mi pesa starne a parlare.
E poi mi vieni fuori col sexy! Non ho mai avuto mezzo poster in camera, mai una passione per un attore o un cantante. Non trovo sexy chi non conosco. Per me sexy è uno sguardo che mi si posa addosso, una mano che sfiora un oggetto, una conversazione brillante, una battuta che mi fa scoppiare in una risata...per definire sexy qualcuno devo avercelo davanti.
E allora? Mi sono messa lì a sforzarmi le meningi e sono andata indietro col tempo e l'unico che mi sia venuto in mente è Clarke Gable. Via col vento visto al cinema da bambina mi fece un effetto incredibile. Lui: il maschio Alfa. Quello che ti prende e ti fa perdere la testa per poi mollarti nella nebbia: "Domani è un altro giorno, si vedrà".
I perché.
La bagna non poteva non essere al whisky per le tendenze beone di Gable.
Le marasche richiamano il vestito rosso che le indossa per faro ingelosire.
Il cioccolato fondente la famosa terra di Tara.


Nota. Per fare questa fotografia ho rischiato un'intossicazione da nicotina, perché io che non fumo per creare l'effetto nebbia (che ovviamente non si vede) ho spippettato per 10 minuti la sigaretta elettronica di mio marito.

Tiramisù con savoiardi al cacao, bagna al wishky, marasche e cioccolato fondente

per la crema:
300 g di mascarpone (nel mio caso fatto in casa con la ricetta di Francesca)
300 ml di panna fresca montata
200 g di pate a bombe

per la pate a bombe:

100 g di tuorli
180 g di zucchero
50 ml di acqua

Sbattete i tuorli in una planetaria mantenendo una velocità moderata. In un pentolino portate uno sciroppo di acqua e zucchero a 121°. Raggiunta la temperatura versate lo sciroppo a filo sui tuorli mentre continuano a montare. Continuate a montare fino a che il composto non risulterà spumoso.


per il mascarpone:

per circa 300 g di mascarpone
Ingredienti:
500 ml di panna fresca al 35% di grassi
la punta di un cucchiaino di acido citrico oppure 1 cucchiaio di succo di limone
Cosa vi serve:
  • Una pentola
  • una ciotola di vetro
  • una frusta
  • un termometro
Versate la panna fresca in una ciotola di vetro o in un tegame di acciaio inox e fate cuocere a bagno maria fino a che non raggiunge la temperatura di 85°C.
A questo punto, unite il succo di limone e mescolate bene : la panna inizierà ad addensarsi
Continuate a cuocere a 85°C per circa 5 minuti, mescolando di tanto in tanto.

Togliete la ciotola dal bagno maria, coprite e fate raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigo, per 12 ore: al termine di questo riposo, la panna si sarà ulteriormente addensata.
Trasferitela in un colino a maglie fitte, rivestito di un canovaccio pulitissimo e posto sopra ad una ciotola o scodella.

Chiudete il canovaccio legando i quattro lembi con un elastico e appendetelo con un cucchiaio di legno sopra una pentola dai bordi alti -in modo che resti appeso- e che raccoglierà il siero che colerà durante il riposo.

Lasciate riposare altre 24 ore in frigorifero, alla fine la parte solida restante sarà il vostro mascarpone.
per la crema:

unite alla pate a bombe il mascarpone e la panna montata.




Savoiardi al cacao (dalla ricetta di Massari modificata, in realtà sono partita da questa, ma non avevo abbastanza uova, l'ho modificata seguendo le percentuali, ma ho perso tutti i conteggi, quindi vi lascio l'originale!):

130 g di tuorli 
60 g di zucchero semolato
1/4 di baccello di vaniglia ( i semini raschiati)
scorza di 1/2 limone grattugiata
240 g di albumi 
50 g di zuccheri semolato
80 g di farina 00
80 g di fecola di patate
10 g di cacao amaro

zucchero a velo per spolverare.

Preriscaldate il forno a 200°C.
rivestite due teglie con carta forno.
Setacciate la farina con la fecola e mettete da parte.
Montate nella ciotola della planetaria con la frusta a filo i tuorli con la prima parte di zucchero, la vaniglia e la scorza del limone per 12-25 minuti  a media velocità. In un altro contenitore montate con le fruste elettriche gli albumi con il resto dello zucchero a neve.
Incorporate le due masse: prima si amalgama 1/3 di albumi montati nei tuorli e si aggiunge 1/3 di farina, fecola e cacao setacciati, e si ripete per altre due volte, mescolando delicatamente, ma in modo da amalgamare bene tutto.
Non avendo bocchetta di metallo ho tagliato la sac a poche ad occhio e l'ho riempita con il composto.
Formate direttamente sulle teglie dei bastoncini di 10 cm di lunghezza. Spolverate con zucchero a velo e cuocete per circa 12 minuti con lo sportello del forno leggermente aperto.

per la bagna:

caffè espresso 
whisky (nel mio caso Macallan)

per terminare:

marasche sciroppate
cioccolato extra fondente al 70%

Alternate i savoiardi alla crema la mascarpone, alle marasche e al cioccolato tagliato grossolanamente al coltello


Con questa ricetta partecipo al MTChallenge n. 61

14 commenti:

  1. Cara Cri, siamo allineatissime, anche col farci mandare da Alessandra. :-) La mia opinione sul tema è analoga a quella di Fantozzi sulla corazzata Potemkin. :-D
    Il tuo Tiramivia è da urlo però: da urlo davvero, e una delle poche versioni che mi piacerebbe provare a rifare.

    RispondiElimina
  2. Allora ... inizio con immaginarmi te "svalvolata" con la nicotina che vai a prendere i bambini a scuola e fai conto che sono stesa in terra che muoio! Rhett Butler, beh ce lo hai messo tutto nel tuo Tiramivia ... io ti farei una proposta, seguimi bene, il giorno che ci vediamo mi porti un po' di tutti questi bei dolcini che prepari incluso il Trifle ....OK?????? :D

    RispondiElimina
  3. hahahahah muoro! Cosa non si farebbe per l'Mtc, pure fumare delle schifezze!
    Sull'interpretazione del tema, ho cambiato un po' idea: serve a motivare le scelte, ad incanalare la fantasia seguendo una logica e non solo il proprio gusto, serve a rispettare le regole, è un ottimo esercizio e la Van Pelt la sa lunga!!
    Vedi che con poco sforzo, ci sei riuscita: tre elementi in riferimento al film e hai proposto un'interpretazione impeccabile!

    RispondiElimina
  4. Grazie al cielo esistono persone che la pensano come me. Sei una sorella davvero. Io mai avuto poster e non riuscivo a capire le mie compagne che si innamora vano degli attori. "Ma se non lo conosci come fai a dire che ti piace?". Questa era la mia riflessione sul tema dell'uomo sexy. La donna sexy...quella la vedo ma me ne sono sempre sentita lontana 1000 miglia.
    Buono, ben fatto ed interessantissimo il tuo tiramisu, nonostante l'utiizzo di ingredienti... "normali"
    Baci, mia cara Cri

    RispondiElimina
  5. Grazie al cielo esistono persone che la pensano come me. Sei una sorella davvero. Io mai avuto poster e non riuscivo a capire le mie compagne che si innamora vano degli attori. "Ma se non lo conosci come fai a dire che ti piace?". Questa era la mia riflessione sul tema dell'uomo sexy. La donna sexy...quella la vedo ma me ne sono sempre sentita lontana 1000 miglia.
    Buono, ben fatto ed interessantissimo il tuo tiramisu, nonostante l'utiizzo di ingredienti... "normali"
    Baci, mia cara Cri

    RispondiElimina
  6. Cosa non si fa per MTC :D Noi il fumo lo abbiamo messo a photoshop.
    Bellissima scelta (viva il maschio alfa!) e bellissima interpretazione :)

    RispondiElimina
  7. Allora, partiamo dal presupposto che io il fumo non lo vedo, ma magari è quello uscito dalla tua mente per partorire questo tiramisù, che è fa-vo-lo-so!
    Mi piace da morire negli abbinamenti, nel suo essere maschio, ma con un tocco femminile e voluttuoso delle ciliegie, nel suo essere bello e impossibile.
    E se ti dicessi che io possiedo una VHS con me e mio padre che doppiamo la famosa scena di Via Col Vento, con tanto di FRANCAMENTE ME NE INFISCHIO?! Pezzi da museo :D

    RispondiElimina
  8. Sul concetto di sexytudine, mi trovi d'accordo. Sul tema della gara idem, mi ha messo in difficoltà, ma io ho svicolato bellamente, perché amo il cinema ed ho trovato il modo di non ripiegare sui soliti belloni. Anzi, se andrai a leggere, vedrai chi ho messo in top list.
    Il tuo tiramisù è come Clark, o dovrei dire il Reth, perché per me ormai non c'è distinzione tra persona e personaggio. E quelle ciliegie, che ti devo dire...amolo mucho!
    Sei una grande,

    RispondiElimina
  9. sexy veramente, il sapore deve essere qualcosa di veramente languido in bocca con quelle amarene....
    Wow

    RispondiElimina
  10. Cara adesso devo dirti FRANCAMENTE ME NE INFISCHIO, ma come faccio? Questo tiramisù è ruvido, forte, maschio, dominatore dei sensi, con quella bagna al whisky che parte aggressivamente per poi spegnersi in quella crema da urlo.
    Questo è esattamente come l'amore tra Reth e Rossella che manco a dirlo è il mio film preferito, l'ho usata come bomboniera di nozze il dvd di via col vento" quindi ti puoi immaginare quanto apprezzi questo tuo tiramisù.
    Standing vation altro che me ne infischio....sei stata favolosa.

    RispondiElimina
  11. ahaha! siamo state in tante a rimanere spiazzate dal tema ma tu hai risolto brillantemente, come non amare Clarke Gable, in un film mitico, bellissimo. Il tuo Tiramisù è quanto di più goloso si può racchiudere in un bicchiere!!!

    RispondiElimina
  12. Sei una grande. Sintetica, ma vai dritta al punto e il tuo punto mi piace. L'abbinamento marasche cioccolato lo amo molto, l'accostamento con il sapore barricato del whisky è il tocco di classe.

    RispondiElimina
  13. " perché io che non fumo per creare l'effetto nebbia (che ovviamente non si vede) ho spippettato per 10 minuti la sigaretta elettronica di mio marito". E' l'immagine piu' irresistibile di tutto il post, credimi. Detta da un'altra che e' sexy come un manico da scopa. Ho preso da mia nonna, donna tutta d'un pezzo- che epro' si scioglieva di fronte ai divi di Hollywood. E "clarke gabble" era in prima fila. Bellissima ispirazione, per una variazone golosissima (e quindi credibilissima) del tiramisu. Vedi che non era cosi difficile? :)

    RispondiElimina
  14. madòò! Clarke baffetto da sparviero che dà il due di picche a quella sciagurata, che soddisfazione!!

    Guarda, alla fine, dopo un perplimento totale, mi sono pure divertita a ricordare film sepolti nella mia passione cinefila e a pensare ricette da collegare ai personaggi. E ho capito che non si può starne fuori. Il tarlo si nasconde nelle sfide MTC e si insinua, potentissimo, nella testa.. tu hai tirato fuori una roba che assaggerei subito, ad averla qui, adesso... complimenti. Giuli

    RispondiElimina