Lasagne al piatto con crema di ricotta di bufala e nocciole


Oggi, rientrata presto dal lavoro, sono stata al mercato sotto casa. Pensare che quando ho preso questa casa non mi ero nemmeno accorta di avere un piccolo mercato rionale che si allarga sulla strada fino a far chiudere l’accesso principale alla mia via tutti i giorni fino alle 17. Sarà che ho visto questa casa solo una volta prima di prenderla e quel giorno ero probabilmente più impegnata a trovare la strada, dato che non conoscevo per niente questo quartiere romano. 
In questo piccolo mercato ci sono tanti coltivatori diretti ma soprattutto ci sono due enormi banchi, quasi disposti di fronte, che si guerrigliano tra loro. Uno è tipo il discount della frutta e verdura; non compri niente di eccezionale ma, volendo, te ne vai via carico di buste e contento nell’ aver creduto di risparmiare. L’altro è gestito da due signore vicine ai 60 anni ed è una specie di boutique paragonata a tutti gli altri. Vendono primizie, piantine, frutta e verdura bellissima ma sono l’apoteosi della scortesia. Mi sono fermata lì davanti due volte, più che altro incuriosita da un pacco di cicerchie e sgomenta dal prezzo dei porcini. Ogni volta che mi fermavo venivo assalita “Signò, daje, te faccio ‘n mazzo d’ asparagi e ‘n kilo de broccoletti tutto a sett’ euro co’ ‘o sconto”. Mi fermo, sorrido, e chiedo il prezzo delle cicerchie. “Signò, deve prenne tutto er pacco. So‘ cinq’ euro. Co’ gl’ asparagi e ‘a verdura te metto tutto a diec’euro, c’ oggi so’ bbona”. “Grazie signora, ma tutto il pacco è troppo per me e la verdura non mi interessa”. Sorrido, mi allontano e sento l’altra socia dirle: “T’ha fatto solo che perde tempo quell’ ingrata!” Proseguo verso il banco dei formaggi. Il casaro ha una ricottina di bufala buonissima, la fa lui, non mi aggredisce elencandomi tutti i prodotti che ha e non insiste affinchè io prenda dell’altro.




Per la pasta
300 gr di farina di semola di grano duro
3 uova
sale


Per il condimento
300 gr di ricotta di bufala
granella di nocciole
parmigiano grattugiato
salvia
1 cucchiaino raso di zucchero
noce moscata
olio evo
sale-pepe


Preparate la pasta all’uovo. Disponete la farina a fontana e aggiungete al centro le uova e un pizzico di sale. Amalgamate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto elastico. Formate una palla con l’impasto e mettetelo a riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Nel frattempo in una ciotolina amalgamate la ricotta con dell’olio evo, la noce moscata, del parmigiano e lo zucchero. Aggiungete poco sale e del pepe. 
In un padellino fate soffriggere in pochissimo olio le foglie di salvia ben lavate e asciugate e tenetele da parte. 

Stendete l’impasto in sfoglie non troppo sottili e ricavatene tanti rettangoli. Fate bollire l’acqua  a cui avrete aggiunto 1 cucchiaio di olio e, appena bolle, versate le lasagne avendo cura che non si attacchino tra d i loro.

Disponetele una ad una nei piatti di portata e aggiungete l’impasto di ricotta, delle nocciole tritate e la salvia, e procedete formando i vari strati.

V.




Commenti

Post più popolari