Pasta alla napoletana

Ricetta della trisnonna di cui ho qualche notizia in più da condividere: sembra sia la madre del mio bisnonno materno, di origini piemontesi...altro non so, ma sto cercando di approfondire...da qui: firmate sempre i vostri quaderni di ricette!

Pasta alla Napoletana

"Passate più volte nell'acqua fresca per lavarne l'arena, un chilo e mezzo di vongole."



"Asciugatele e mettetele in casseruola, ben coperta, sul fuoco leggero perché si scaldino e si aprano. Ottenuto ciò levatele dal fuoco, passate il sugo attraverso un panno e con  un coltello levate tutta la polpa che contengono le vongole.
Preparate quindi un pesto d'aglio, prezzemolo, due alici, fate soffriggere con olio finissimo d'oliva a fuoco moderato perché l'aglio non prenda colore. Aggiungete salsa di pomidoro, sale e pepe. Lasciate cuocere qualche minuto e cinque minuti prima di servire mettetevi le vongole col loro sugo, dimenate il tutto e fate bollire.
Avrete cotta intanto la pasta (1 chilo) scolatela e mettetela in teglia con le vongole per farla ben insaporire, versatela sul piatto ben aggiustata e mettetevi sopra un pò di sugo e di vongole che avrete tenuto indietro."


Non ho filtrato il sugo perché ogni volta che ci ho provato ho combinato solo tanti guai...tipo una lavatrice intera di canovacci da lavare o pacchi di garze sprecate...fortunatamente le vongole non avevano sabbia. 
Contrariamente alle aspettative (non amo i sughi rossi di pesce), il piatto è molto appetitoso e poi al "Evviva: le gongole rosse!" del mio secondogenito ogni perplessità è scomparsa.


Commenti

  1. Eccomi qua ragazze, sono arrivata!!!!! Dai, coraggio siete solo all'inizio , ma mi sembra che avete iniziato alla grande!!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per l'incoraggiamento:incrociamo le dita!

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari