Thin Cut Orange Marmalade di Paola


A casa di mio padre c’è un giardino davvero molto grande. C’è il giardino di sopra, il giardino di sotto e il giardino di sotto sotto. Il giardino negli anni ha subito tantissime modificazioni; mio padre lo ama, ci passa tantissimo tempo, gli dedica attenzioni e cure coaudiuvato anche dal burbero Lino, un omone brusco a vedersi ma tenerissimo ed esperto di giardinaggio e piante. Negli anni la passione paterna si è diffusa e ogni volta che vado a casa apro la finestra, corro in terrazza e sbircio le sue piante che crescono rigogliose e festanti. Nel giardino di sopra c’è una schiera di alberi da frutto che delimita il muro tra il giardino di nostra proprietà e quello del vicino. Per anni un paio di alberi non hanno dato frutto alcuno, fino all’arrivo di Lino. Mio padre si disperava di avere queste piante di limone inutili, mentre vedeva quelle di amici e parenti lavorare da veri e propri quattro stagioni. Sorpresa ancora più inaspettata furono i primi boccioli e i primi frutti che videro trasformare i presunti limoni in alberi di arance che da allora ogni anno fioriscono e si caricano abbondantemente di frutti che mio padre raccoglie e affida alle mani sapienti di Paola, che ne fa barattoli di marmellata per tutti. 
Questa ricetta è sua, così come lo è la marmellata dalla complessa preparazione. Se solo Paola sapesse che in Inghilterra vendono un preparato a cui aggiungi dell’acqua e succo di limone e che ti regala chili di marmellata di arance forse spererebbe in una produzione degli agrumi più limitata...
V.



1 kg di arance
1 kg di zucchero
1/2 lt scarso di acqua
1 bustina di pectina

Mettete le arance intere con l’acqua in una pentola a pressione e fate bollire per 20 minuti dal fischio (se non avete la pentola a pressione lessatele per circa 45 minuti). Dopodichè togliete le arance dall’acqua (che dovrete conservare) e sbucciatele. Tagliatene le scorze a striscioline sottilissime. A parte lavorate la polpa delle arance togliendo le bucce e i semi e passate la polpa al passaverdure. Rimettete la polpa così ottenuta nell’acqua di cottura che avrete conservato, aggiungete lo zucchero, la pectina e le scorzette di arancia e fate bollire mescolando per circa 45 min/1 ora, o comunque fino a che la polpa non si è addensata.



Con questa ricetta spero di partecipare al contest organizzato da Cinzia




Commenti

  1. che buona! adoro la marmellata di arance!

    RispondiElimina
  2. Adoro la marmellata di arance..io ci aggiungo anche un pompelmo rosa.
    Ps. Che fortuna il tuo papà con tutti quegli alberi da frutta.... :)

    RispondiElimina
  3. ma che bel colore questa marmellata, la adoro e l'ho fatta anche io, sicuramente la tua ha tutto un altro sapore con le arance di tuo papà
    bacioni

    RispondiElimina
  4. buonissima! A D O R O la marmellatata d'arance!

    RispondiElimina
  5. Mi sembra quasi di sentirne il profumo...... Che bontà sul pane appena tostato! Baci

    RispondiElimina
  6. Care che bella ricetta!!!
    Grazie, nessuno aveva ancora pensato alla mitica marmalade...io ne vado pazza è lunga da preparare ma è decisamente più buona fatta in casa!
    Grazie e
    un abbraccio a tutte
    Cinzia

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari