Spring rolls a sorpresa...di milza

...il quinto quarto ha occupato i miei pensieri...e non me la sono sentita di abbandonare la milza al suo destino così, senza neanche tentare una piccola "rivoluzione"...
A pranzo ho avuto visite e anche il dono di un aneddoto...Marcolino, nato in uno dei posti più belli di Roma, mi ha raccontato che da bambini prima di andare a scuola si trovavano sulla via dei banchetti che vendevano "i cinque pezzettini"...cinque pezzettini tra frattaglie e verdure fritte...i bimbi li compravano prima di andare a scuola a mo' di colazione salata...rispetto ad oggi, un bel cambiamento eh?
Curiosi di sapere dove è nato Marcolino?...prima chiedo il consenso e poi lo rendo noto...suspence...
Questa volta la preparazione della milza è stata affidata a Bubo, che è nel settore...e, anche se ha fatto lo splendido, ho visto in difficoltà anche lui...
Ecco la mia piccola revolution...C.


Cosa serve:

300g milza
200g bieta
1 cipolla di Tropea
peperoncino
sale, olio
aglio
pasta fillo
olio per friggere

Pulire la milza. Quì voglio precisare. Tutti i libri che ho letto sostengono che vada aperta a libro e raschiata dalla pelle. Bubo si è messo di santa pazienza e ha tirato via tutta la capsula (sarebbe la pelle, ma lui è un tecnico...)...in effetti ho ottenuto molta più polpa.
Questa volta l'ho passata al tritatutto (un po' splatter, ma il risultato è stato quello che volevo).
Soffriggere la cipolla tritata e mezzo peperoncino con quattro cucchiai d'olio. Aggiungere la milza e, a fuoco vivace, cuocere rapidamente. Far raffreddare.
Lavare la bieta (mi son fissata che la bieta stia bene con la milza...il sapore dolciastro per me lega bene con quello della protagonista..), tagliarla a striscioline e saltarla in padella con olio e uno spicchio d'aglio. Far raffreddare.
Con la pasta fillo ottenere dei quadrati (10cm x 10cm). Sovrapporre tre quadrati uno sull'altro e stendervi uno strato di milza e sopra uno di bieta, chiudere l'involtino (per avere un'idea del come andate a vedere qui).
Friggere in abbondante olio fino a colorazione della pasta.


Non voglio farmi un promo...ma non sottovalutatela, la milza, perché a parer mio vale la pena provarla...



...e se non si sono stufate di me, con questa ricetta spero di partecipare al contest di Crtistina e Sabrina.

..e a quello di Cre-azioni

Commenti

  1. Bella idea, sfiziosa e moderna. mi piace molto. Un bacio.

    RispondiElimina
  2. Oggi mi state dando così tante soddisfazioni, che sono commossa! Poi, voglio dire, la milza non è vs da rimanere in un angolo e dentro la pasta fillo...dio mio , dev essere divina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore...
      Un saluto speciale a Bubo e a Marcolino.
      Ps: ancora ancora ancora :D

      Elimina
  3. Carissima! :D Come sai fatico già a mangiare la carne, quindi per me le interiora sarebbero davvero troppo!! :D Ma devo dire che come hai presentato la famigerata milza, risulta davvero invitante sai? :D Sei mitica!! Si, adesso sono proprio curiosa di sapere dov'è nato Marcolino. Anche perchè certi racconti del passato mi affascinano e mi mettono una dolce malinconia! TVB una felice domenica!

    RispondiElimina
  4. Ho commentato con l'ipad che scrive quello che gi pare...perdonami, avrai capito il senso.....di ciao.

    RispondiElimina
  5. Io ti adoro! questa e' (R)Evolution!!!
    E come potremmo stancarci delle tue creazioni?? Scherzi?? Ancora.....ancora...ancora..... :-)

    RispondiElimina
  6. Sei grande, davvero, io avessi avuto la milza l'avrei lasciata al suo destino XD però ti sono venuti bellissimi! :) davvero, brava!
    ah, se ti va/se hai tempo ti ho lasciato l'invito per un piccolo gioco fra blogger nel mio blog :) baci

    RispondiElimina
  7. Come sono belli, presentati divinamente! Mi piacciono questi spring rolls e sicuramente tu lo gradiresti un bel panino con la milza!!

    RispondiElimina
  8. E qui lalexa si inchina! Ho una grande considerazione per la carne considerata di serie B come le interiora...e vederla così rivistata mi stuzzica l'appetito e la curiosità. Sicuramente una bontà!!!

    RispondiElimina
  9. Urka che roba!!!
    Qui il ripieno ti sorprende esplodendoti in bocca.....bellooo!!!

    RispondiElimina
  10. Me li mangerei volentieri, credimi, hanno davvero un bell'aspetto! Ma credo che non riuscirei a cucinare queste cose, che stanno per ri-diventare l'ultima tendenza della cucina. Quindi tanto di cappello, brava e complimenti!
    Buona serata

    RispondiElimina
  11. Mi sembra un'idea geniale. Complimenti!

    www.lacucinadibettina.it

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari