Fichi sciroppati con le nocciole per L'Italia nel piatto

La sottoscritta, frana patentata, vi scrive una missiva rapida e indolore.
Sono in terra sarda, San Giovanni Suergiu.
In questo momento sono dislocata ina una casetta, in un vecchio villaggio di pescatori, riportato a nuova vita, rispettando la struttuta originale.
Muri a secco, calce bianca e mattoni di fango e paglia (almeno nell'aspetto...poi mi informo meglio).
Connessione scarsissima.
Perchè frana?
Perché prima di partire ho preparato la ricetta, ho fatto le foto, ma non ho scritto il post...e ora mi ritrovo senza dosaggi. Poco male: è il mio sogno nel cassetto quello di scrivere ricette "ad occhio"!
Quindi vi lascio il procedimento e quando torno a Roma aggiorno.
Il post è per la rubrica de L'Italia nel piatto, che a settembre riprende vita.
Il tema dell'uscita erano le conserve.
Ho scelto i fichi, in questo caso non un granché (diciamocela tutta...ma questo passava il convento!), con le nocciole del mio viterbese, che fanno concorrenza alle piemontesi.
I fichi non sono una particolarità laziale, credo sia una pianta talmente invasiva che ogni regione può vantare delle ricette "a base di...".
Spero che venga approvata dal resto del gruppo!
Cri



Ingredienti:

fichi
zucchero
nocciole

Lavate i fichi ed asciugateli. Fate bollire dell'acqua con lo zucchero fino ad ottenere uno sciroppo. Tostate le nocciole (normalmente per velocizzare procedo ponendo le nocciole direttamente in padella, ponendo sopra al fuoco uno spargifiamma).
Sterilizzate dei barattoli facendoli bollire per 10 minuti in acqua.
Riempite i barattoli coi fichi e le nocciole e versarvi lo sciroppo. Chiudete bene i barattoli, avvolgeteli in un canovaccio in modo tale da non farli sbattere contro la pentola evitando il rischio di rotture.
Fateli bollire per circa 30 minuti. Toglieteli dall'acqua e fateli raffreddare.

Ecco gli altri partecipanti...sicuramente più preparati di me!

Piemonte: Salsa rubra
http://j.mp/salsa-rubra

Trentino-Alto Adige: Confettura di susina di Dro D.O.P
http://www.afiammadolce.ifood.it/2015/08/confettura-di-…a-di-dro-d-o-p.html

Friuli-Venezia Giulia: Confettura di mele
http://ilpiccoloartusi.weebly.com/litalia-nel-piatto/confettura-di-mele-per-litalia-nel-piatto

Lombardia: La peverada
http://www.kucinadikiara.it/2015/09/la-peverada.html

Veneto: Liquore al maraschino
http://ely-tenerezze.blogspot.com/2015/09/liquore-al-maraschino-per-litalia-nel.html

Emilia Romagna: Scalogni sott'olio
http://zibaldoneculinario.blogspot.com/2015/09/scalogni-sottolio-per-litalia-nel-piatto.html

Liguria: Trofie con calamaretti e bottarga su crema di cavolfiore
http://arbanelladibasilico.blogspot.com/2015/09/litalia-nel-piatto-salse-condimenti.html


Toscana: Fichi canditi alla contadina
http://acquacottaf.blogspot.com/2015/09/fichi-canditi-alla-contadina.html

Umbria: Verdure in agrodolce
http://www.dueamicheincucina.ifood.it/2015/09/verdure-in-agrodolce.html

Abruzzo: Confettura di Pesche
http://ilmondodibetty.it/confettura-di

Campania:Alici sotto Sale 
www.isaporidelmediterraneo.it

Basilicata: Aglio, olio e polvere di peperone crusco
http://blog.alice.tv/profumodicannella/2015/09/01/aglio-e-olio-alla-lucana-mai-senza-polvere-di-peperone-crusco/

Puglia: Pomodori secchi sott'olio
http://breakfastdadonaflor.blogspot.com/2015/09/cucina-pugliese-pomodori-secchi-sottolio.html

Calabria: " Provviste " con pomodori secchi
http://ilmondodirina.blogspot.com/2015/09/provviste-con-pomodori-secchi - per l'Italia nel piatto.html

Sicilia: Pesto pantesco
http://www.burroevaniglia.it/2015/09/pesto-pantesco.html

Sardegna: Composta di susine, cipolla rossa, mirto nero e aceto balsamico
http://blog.alice.tv/dolci-tentazioni-d-autore/2015/08/31/composta-di-susine-cipolle-rosse-mirto-nero-e-balsamico/



Il nostro blog - http://litalianelpiatto.blogspot.it/

Commenti

  1. Ah, per quanto mi riguarda assolutamente approvata! E non solo perché adoro i fichi (stranamente non nature, ma in qualsiasi altra loro forma e preparazione), ma perché ci sono anche le nocciole.
    Mai assaggiate quelle del viterbese, però ;)

    RispondiElimina
  2. io li avevo fatti con le noci! ma assolutamente da provare anche con le nocciole, e per le dosi non fa nulla tanto quando si riempiono i vasi non è mai detto che lo sciroppo sia giusto, al limite si rabbocca :)
    ciao
    raffaella

    RispondiElimina
  3. Lo scorso anno li ho fatti anch'io, ma non con le nocciole!!! Mi piace un sacco la tua ricetta!!!! Complimenti!!!!

    RispondiElimina
  4. Ecco. Mi mancava solo di vedere l'aggiunta delle nocciole a mettermi ancora più voglia e smania di fare le mie conserve di fichi! Per quanto ho capito tu non li cuoci i fichi assieme allo zucchero, ma li ricopri solo con lo sciroppo, giusto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì. Solo che una volta ricoperti con lo sciroppo e chiusi nel barattolo li faccio sbollentare per circa 30 minuti.

      Elimina
    2. Ok perfetto :) Allora spero di trovare fichi da me, così oltre quelli caramellati, mi preparo anche questi sciroppati :)

      Elimina
  5. Ogni tanto è bello anche così...leggerezza senza dosi precisissime! aspetto notizie di questo paesello sardo...sono curiosa!

    RispondiElimina
  6. Io approvo e sottoscrivo! Un bacione

    RispondiElimina
  7. ehhh...chissà che posto magico quel vecchio villaggio di pescatori!
    e le ricette "ad occhio"? quanto le adoro anch'io...sarà perché mia madre cucinava tutto, ma proprio tutto ad occhio?!
    e questi fichi sciroppati? APPROVATISSIMI!
    un bacione

    RispondiElimina
  8. Una volta aperto quanto dura un vasetto? Sicuramente un attimo, i fichi sciroppati sono una bontà unica.

    RispondiElimina
  9. Fichi e nocciole, un abbinamento che non conoscevo e che adesso sarà il mio chiodo fisso se non mi appresto a provare! Una "consumazione" le tue proposte! Baci

    RispondiElimina
  10. di solito cedo abbinare i fichi alle mandorle, da provare con le nocciole

    RispondiElimina
  11. anche senza dosi sei sempre un portento!!!! grandissima Cri!!! <3

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari