Canederli al midollo con brodo allo zafferano per l'MTChallenge

Rapida e concisa che questa settimana se sono arrivata alla fine è un miracolo.
Degna conclusione la giornata di oggi con partita di calcio del "grande" in un campetto sperduto nelle campagne romane.
Campo collocato nel nulla, in una conca, con un bel vento di tramontana perfettamente puntato su noi mamme.
Altro figlio a far gare ad Anagni.
Compleanno della suocera e per concludere Rapunzel con la piccola a teatro...sto a morì!
Questo mese con l'MTC siamo finiti in montagna grazie a Monica, vincitrice della sfida passata, e i suoi canaderli.
Premetto che è uno di quei piatti che amo, come tutti quei piatti che hanno una consistenza morbida e in cui il protagonista è il pane.
Come nascono questi canederli?
L'idea era di tornare alle origini e puntare alle frattaglie...il fegato è andato, nel senso che c'è chi è stato più veloce di me.
Poi è successo che la scorsa domenica ho fatto un super lesso all'italiana accompagnato tra le altre salse dalla pearà...quindi midollo...poi masterchef (eh sì: tocca guardarlo!) e dalla reinterpretazione dell'ossobuco sono arrivata a questi.
Per me pazzeschi, ma sono di parte!!


Ingredienti  (per la ricetta originale andate qui):

Per il brodo:

1 kg di muscolo di manzo (nel mio caso il garretto)
1 cipolla
1 costa di sedano
1 carota
2 chiodi di garofano
Per chiarificare (vedi qui):
150 g di carne di manzo macinata
2 albumi
1 carota
1 costa di sedano
1 cipolla
Per il brodo allo zafferano:
3-4 stimmi di zafferano (il mio sardo)

Per i canederli (per 2 persone)

150 g di pane raffermo
100 ml di latte intero
1 uovo
30 g di midollo
un ciffo di prezzemolo
scorza di un quarto di limone 
punta d'aglio
sale



Per il brodo:

In una pentola con acqua fredda (circa 2 litri) mettete la carne con la carota tagliata in pezzettoni, il sedano e la cipolla in cui avrete infilato il chiodo di garofano.
Portate ad ebollizione schiumando quando necessario. Abbassate la fiamma e fate cuocere per 4 ore.
Una volta pronto passate al setaccio e riponete in frigorifero per una notte.
Il giorno dopo eliminate il grasso rappreso.
Tritate la carne, la carota, il sedano, la cipolla e gli albumi per il raft. Uniteli al brodo, girate e portate sul fuoco. Continuate a mescolare fino a quando non salirà il bollore. Diminuite la fiamma e fate cuocere dolcemente per 45 minuti.
Vedrete che in superficie si sarà formata una "zattera" compatta, al di sotto della quale vi è il brodo chiarificato. Con l'aiuto di un mestolo filtratelo in un setaccio rivestito da etamina (garze). In una tazzina di brodo caldo sciogliete lo zafferano e poi unitelo alla dose che vi è necessaria.

Per i canederli

Bagnate il pane tagliato in cubetti con il latte e l'uovo sbattuti insieme, come spiega perfettamente Monica e lasciate riposare per circa 30 minuti.
Tritate il prezzemolo, la scorza di limone, l'aglio e il midollo. Unitelo al pane e impastate fino ad ottenere un composto omogeneo.
Realizzate delle sfere che andrete a bollire per 5-6 minuti nel brodo allo zafferano.



Con questa ricetta partecipo alla sfida dell'Mtchallenge di gennaio

Commenti

  1. Per questi il mio compagno potrebbe fare carte false...
    Bellissimi!

    RispondiElimina
  2. Wow.. le farei pure io le carte false.. buonissimi

    RispondiElimina
  3. e come ti capisco dietro ai figli per le loro attività ed il lavoro è davvero un miracolo arrivare a fine settimana
    questi canederli sono uno spettacolo e le foto rendono idea del loro interno

    RispondiElimina
  4. Galeotto fu Masterchef, ma non è merito 'suo' della tua genialità e l'amore che rivolgi a tutto quel che concerne in quinto quarto.
    Un brodo eccellente, rifinito con quella nota unica dei pistilli di zafferano che armonizza ed esalta l'interno bellissimo e variegato di quei canederli, intensamente puntinati di verde e aromatizzati bene dal limone che sgrassa e riequilibra.
    E per fortuna che eri piena di impegni sennò chissà che altro mi sfoderavi non oso immaginarlo!
    Grazie Cri

    RispondiElimina
  5. Midollo????!!!! Fantastica idea e meravigliosa armonia nella tua preparazione e ingredienti!!!
    Bravissima!!!
    Complimenti!!!

    RispondiElimina
  6. wow... il midollo lo uso solo per il risotto alla milanese ma forse dovrei provare a metterlo nei canederli :)
    Devo assolutamente provare a chiarificare il brodo come fai tu, è assolutamente perfetto. Bellissimo piatto, complimenti!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari