Sorbole che coniglio!

Chi conosce le sorbe? Fino a qualche giorno fa non sapevo proprio cosa fossero, poi un amico che ha preso sul serio ( e a cuore) il blog e il mio ruolo da foodblogger (!) le ha trovate in un banchetto al mercato e me ne ha fatto dono: felice scoperta!
Il Sorbus domestica è un albero originario dell'Europa meridionale, presente anche in Italia, i cui frutti, commestibili, conosciuti fin dall'antichità, stanno scomparendo dalle nostre tavole.
Vanno consumati a maturazione completa, cioè quando il frutto diviene scuro e morbido altrimenti hanno un sapore aspro dovuto all'elevato contenuto di tannino. 
Un tempo venivano conservati in locali freddi e asciutti, sulla paglia (secondo la tecnica dell'"ammezzimento"). Da questa abitudine nasce il detto "col tempo e con la paglia maturano le sorbe".
In cucina i frutti possono essere utilizzati per marmellate e conserve o anche nella produzione di alcolici. 
Il mio personalissimo tester team (i miei piccoli mostri) hanno decretato che i frutti hanno un sapore tra la mela e la pera e in effetti a me hanno ricordato in qualcosa le mele cotogne. 
Ho provato a realizzarvi una marmellata che posterò in seguito ed il coniglio di oggi: connubio a parer mio riuscito. 



Coniglio con le sorbe:

1/2 coniglio
farina
vino bianco secco
3 cucchiai d'olio extra vergine d'oliva
10 sorbe
sale

Lavare il coniglio sotto l'acqua fredda, asciugarlo e passarlo nella farina. Far scaldare 3 cucchiai d'olio e farvi rosolare la carne, girandola da tutti i lati con l'aiuto di due palette di legno (per evitare che si buchi e fuoriesca i succhi interni). Sfumare con del vino bianco. Aggiungere le sorbe e portare a cottura (circa 20 minuti), aggiungendo dell'acqua tiepida se si dovesse attaccare. Aggiustare di sale.







Con questa ricetta partecipo al contest de Il caffè delle donne

Commenti

  1. Brava Cri!io le ho assaggiate proprio a una fiera dei frutti dimenticati e so che la marmellata è deliziosa....
    Buona giornata!bacii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Con la marmellata non ho avuto successo...credo che debbano esser lavorate in maniera diversa, perché allappa un po'...anche se c'è a chi è piaciuta: gliela regalerò!! Un bacio cri

      Elimina
  2. Quanti ricordi! I miei nonni che abitavano in campagna ne avevano due alberi grandi che in questo periodo si riempivano di bacche...noi mangiavamo quelle cadute in terra perché eravamo certe che fossero mature. Il sapore ricorda infatti quello delle mele cotogne...fai attenzione perché sono altamente stringenti!
    Ciao e buona domenica
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...grazie per il consiglio! Non credo di aver mai visto un albero di sorbe dal vivo...o forse non ci ho mai fatto caso! Un bacio cri
      P.S. Per fortuna che qualche estimatore del coniglio c'è ancora!

      Elimina
  3. A proposito del coniglio...lo adoro ed il tuo con le sorbe deve essere delizioso!
    Ciao

    RispondiElimina
  4. SI si li conosco....mai assaggiati,però ho un'amica che li consuma con piacere!
    avranno di certo dato un dolce gusto al tuo coniglio,complimenti per l'idea di accoppiarli al coniglio!
    Buona Domenica
    Z&C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto...proprio un retrogusto dolce che è entrato perfettamente in sintonia col coniglio! Un bacio cri

      Elimina
  5. ... se faccio coniglio a casa mi uccidono, però con un'altra carne proverò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...questa cosa del coniglio no, tutti gli altri si non la capisco un granché...o forse hai un coniglio in casa?? Allora posso capire! Se le trovi prova col maiale...dovrebbe andar bene uguale. Bacio cri

      Elimina
  6. anche io faccio una brutta fine se cucino coniglio a casa mia, ma secondo me anche con maiale questa ricetta dovrebbe essere spettacolare... tutto sta a trovar le sorbole! Intanto felice di avere trovato te ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...come sopra! Abbiamo avuto lo stesso pensiero: maiale e frutta abbinamento vincente! Bacio cri

      Elimina
  7. Oh le Sorbole.. che meraviglia!! dobbiamo fare un bel impianto anche noi di questo frutto!
    il tuo piatto ci stuzzica moltissimo! Un abbraccio cara! Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e in bocca al lupo per l'impianto. Cri

      Elimina
  8. ...mai viste le sorbole...ma sono tipo le "giuggiole"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No: son diverse...le giuggiole sono più piccole e dure. Le sorbe sembrano delle melette...con polpa più farinosa...

      Elimina
    2. Grazie...allora davvero mai viste ;-)

      Elimina
  9. Accipicchia, non ho mai assaggiato le sorbe! Però ho pubblicato la ricetta n.2 che ho copiato da te :) Bacione a presto

    RispondiElimina
  10. Che interessante abbinamento cara...:-) mi piace!!
    Un bacione

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari