Ci si prepara al giovedì...gnocchi con verza e pesce spada

Figli che cambiano, figli che si scoprono tifosi ed iniziano a sminuzzare le cosidette: 
- "Mamma: lo sai che Lorente è molto più grosso di Tevez ?"....
-"Mamma, mamma" (per inciso: sono le 19:00 di una lunga giornata, in preparazione un arista al latte, pasta e patate e minestrina per gli esseri...si, insomma, loro!)...
-"Dimmi amore" (tanto per: nella parola amore in realtà è sottinteso: "Perchè non vai a guardarti un bel cartone che qui tra poco prendo fuoco?")
- "Guarda come ha tirato...guarda come è scivolato....guarda come ha fatto fallo"
...e tu lì mica puoi far finta di non vedere...
Si cena (loro), si va a letto (loro)...torna il marito...ma il piccolo essere non molla, sentito il padre decide che è con lui che vuole condividere il suo amore per il calcio e si ricomincia, fino a quando la sottoscritta non sbotta e lo elimina dal tavolo!
Mentre la cucina aspetta di esser riportata in condizioni umane, visto che oggi la lavastoviglie ha avuto la brillante idea di mollarmi sul campo (e mica si possono fare questi scherzetti con le feste in arrivo...), posto la volo questi gnocchi che ho mangiato qualche tempo fa in un ristorante di Santa Severa, "Pino a mare"...
Cosa c'è di meglio dello gnocco come comfort food:? Li amo fin da bambina per la loro morbidezza, per il richiamo a gesti familiari a cui rimandano, per la sensazione che ti lasciano sul palato...
buona notte Cri


Per gli gnocchi (ricetta dell'Artusi):

400 g patate
150 g di farina di grano tenero 0

Cuocere le patate al vapore. Spellarle e passarle allo schiacciapatate. Impastare con la farina fino ad ottenere un composto omogeneo, ricavare un cilindro e, con l'aiuto di un coltello, ottenere dei piccoli rettangoli. Spolverizzarli con farina e farli cuocere in acqua bollente salata. Saranno pronti nel momento in cui verranno a galla. Toglierli con un mestolo forato e adagiarli nel piatto di portata.

. 

Per il condimento:

300g di pesce spada in un'unica fetta
qualche foglia di verza
olio extra vergine di oliva
1 spicchio d'aglio
vino bianco
sale 
pepe rosa in grani

Lavare le foglie di verza, tagliarle a striscioline e farle cuocere in acqua bollente salata senza mettere il coperchio. Quando risulteranno morbide scolare e passare in un contenitore con acqua e ghiaccio per mantenere la brillantezza del verde.
Tagliare il pesce spada a cubetti e farlo saltare velocemente in padella con un filo d'olio ed uno spicchio d'aglio. Sfumare con un goccio di vino bianco. Aggiungere la verza scolata e far insaporire. Aggiungere gli gnocchi, aggiustare di sale e profumare col pepe rosa.


Con questa ricetta partecipo al contest de La cucina delle streghe

Commenti

  1. È da tanto che non preparo gli gnocchi...questo fine settimana potrei provarli con questo condimento! Come stai Cri? T mando un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...sto bene, ma vorrei più tempo...molto di più!

      Elimina
  2. Ciao Cri,
    ricetta ottima, adoro gli gnocchi, adoro il pesce spada!

    Grazie per aver partecipato al nostro contest!
    Fabio di La cucina delle streghe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati, piacere mio. Buon lavoro cri

      Elimina
  3. bello il pesce spada con le verze, me gusta!! ovviamente anche gli gnocchi e che ho dimenticato? ah...il pepe rosa! prova i semi di aneto con le verze e poi dimmi....ciao,Cris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...i semi di aneto??? Proverò! Grazie

      Elimina
  4. Accidenti come ti capisco, nooi siamo nella fase...ma allora stanotte viene Babbo Natale? No mancano ancora 15 giorni e lui... ma oggi è 15 giorni? Non amore...e li c'è scritto esattamente quello che hai detto tu!!!! Buonissimi i tuoi gnocchi con il pesce spada, li terrò a mente per la vigilia!! Baci Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...un pò mi dispiace perché mi piacerebbe riuscire a far le cose con calma e stare di più con loro...in realtà ci sto in continuazione, ma mai senza far nulla...

      Elimina
  5. In questo periodo io ho la fatina n. 1 che alterna giornate di totale isolamento e non proferisce verbo a quelle in cui mi racconta pure quanti capelli ha aurora sulla testa e quante parolacce ha detto Ciro... la fatina n. 2 che mi chiede mi chiede mi chiede e la piccola demone che fino a quando non è crollata imperversa.... Mi devo cucinare anche io sti gnocchetti saporitissimi!!! Un bascione angelo bello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi però??Cosa è meglio? Se ti chiedono o se son muti...chissà!

      Elimina
  6. Hai il tuo bel da fare! Che odio sto calcio...la mia pulce di due anni quando vede il babbo (interista) grida 'forza Jube'...
    Non amo gli gnocchi di patate che sostituisco con la ricotta ma questo sughino in bianco è davvero invitante e perfetto per queste fredde giornate.
    Un abbraccio
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna ho convinto mio marito che porto sfortuna e così da un anno a questa parte sono esonerata dal vedere la partita!! Un abbraccio cri

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari