Tartellette di pasta frolla con crema ai formaggi...

Secondo voi a che età si può andare a dormire a casa di un amichetto?
Quando ero piccola secondo i miei mai...e li seguo a ruota!!!
Non è un discorso di esser mamma chioccia iperprotettiva (ma anche si!), non è tanto che non mi fido...è proprio che non sai mai come possa reagire un bambino a dormire fuori  casa sua.
Tutto questo giro per dire che, per quanto mi riguarda, ho chiuso: a casa nostra non ci dorme più nessuno fino ai 15 anni!!
Ieri i miei figli mi hanno implorato di far dormire un amichetto qui da noi: per farli addormentare è stato un inferno e stamattina mi son ritrovata svegliata dall'ospite insonne all'alba coi miei piccoli mostri beati a dormire...
Sarò orso, sarò poco ospitale ma che barba!! 
Io: "Non vuoi dormire un altro po'?"
Lui: "No...a me non piace dormire...."
Io: "Vuoi che ti preparo la colazione e ti accendo la tv?" (Tanto non è figlio mio!!)
Lui: "No: voglio giocare! Ma tu devi stare qui perché non voglio restar da solo"
Io: "Ok. Ma a casa tua normalmente che fai?"
Lui: "Mi preparo la colazione e gioco o vedo la tv e aspetto che mamma si sveglia"
...non potevi seguire la tua routine anche qui?
In attesa del risveglio dei suoi amichetti posto una ricetta presa da un vecchio Sale e Pepe (giugno 2011) ...cri


Per il guscio di pasta frolla:

250 farina 00
125 burro morbido a dadini
1 uovo
un limone non trattato
1 cucchiaino di zucchero
sale

Per la farcitura:

250 g di ricotta di pecora
150 g di formaggio spalmabile
100 g di robiola fresca
100 g di cioccolato bianco
2 cucchiai di miele
cannella in polvere
un limone non trattato
mirtilli, lamponi, ribes



Setacciare la farina sul piano di lavoro e formare la fontana. Aggiungervi il burro, l'uovo, un pizzico di sale, lo zucchero e la scorza grattata del limone. Impastare velocemente fino ad ottenere una consistenza morbida. Se dovesse risultare troppo granuloso aggiungere 40 ml di acqua fredda (nel mio caso non c'è ne è stato bisogno). Lasciar riposare in frigorifero per 30 minuti avvolta nella pellicola.

Stendere la pasta in uno stampo imburrato ed infarinato (ho usato stampi monoporzione). Bucherellare la pasta, coprirla con della carta forno e riempire con dei legumi secchi. In forno a 200° per 10-15 minuti.

Far raffreddare. Mescolare i formaggi col miele, con un cucchiaino di cannella, 3/4 di cioccolato bianco grattugiato e la scorza di limone. Versare la crema ottenuta nel guscio e guarnire con i frutti di bosco e il cioccolato rimasto.


 
Con questa ricetta partecipo al contest di Valeria Ciccotti

Commenti

  1. Fai bene a condividere con noi queste esperienze così, non appena i miei faranno una richiesta di questo tipo, sò già come rispondergli! Mi prendo una tartalletta!!! baci!!!
    Alice

    RispondiElimina
  2. Mia madre mi metteva a letto alle nove, se non prima:)
    Queste tartellette le vorrei a pranzo!

    www.hungrycaramella.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...di solito anch'io...mooolto prima, ma è vacanza anche per loro!

      Elimina
  3. Ahi Ahi ahi.. amica mia! i bambini fanno tribulare insieme.. specialmente se non sono figli tuoi! ;D però poi ricordando questi momenti sorriderai un giorno!
    ti abbraccio e complimenti per questa ricetta, sfiziosissima. Val

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...Già ci rido su...ma quella mattina quanto "mi rodeva"!!!

      Elimina
  4. Ahahah povera! :D
    Le tartellette son bellissime: i frutti di bosco sembrano perle e penso che il gusto sia buonissimo! :)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...ti temo molto: sii buona per settembre, che siamo ancora tutte in fase di rodaggio!!

      Elimina
  5. Ahah.. povera Cri! :D Immagino come deve essere, credo che ci sarebbe davvero da impazzire..! Mi hai fatto morire :'non puoi seguire la routine anche qui?' :D Ahh.. consoliamoci con queste tartellette che hanno un aspetto stupendo!! <3 Smuaccck!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Smack! Ho annullato il pc in questi mesi...ti mando un bacio cri

      Elimina
  6. Ciao Cri :) Hai proprio ragione... non si sa mai come possa reagire un bambino a dormire fuori casa sua... Io, da piccola, ho dormito fuori solo un paio di volte e mi sono trovata malissimo... notti completamente insonni... e idem se venivano a dormire da me, mamma impazziva :D poi dai 15 anni la musica è cambiata, nel senso che ho recuperato... soprattutto in vacanza... però in linea generale sono d'accordo con te, fino ai 15/16 anni meglio evitare ahahahahah! ;) Ottime queste tartellette, le ricordo su Sale & Pepe, ti sono venute perfette :) Un bacio grande, buona giornata :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Vale!! Spero tu stia bene...e appena riprende la routine normale passo a farti un saluto. Bacio cri

      Elimina
  7. E si gli amichetti a casa creano spesso e volentieri un pò di problemucci, e non sai cosa mangiano e cosa non mangiano, e se hanno delle allergie, e se poi non si addormentano e tu sei li con l'occhio vigile temendo che possa fare troppo rumore alle 2 di notte.....insomma ci passiomo un po tutti :). Ma con queste tartellette per colazione mi sa che te li ritrovi spesso a casa questi invasori :) Ciao,Angela :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...Vedo che sei esperta!! Prima o poi affronto il problema cibo...visto che dopo qualche anno di amichetti a pranzo ho scoperto che la maggioranza dei bambini mangia pasta in bianco!! Un bacio

      Elimina
  8. ahahahaha...pensa che io ho avuto a casa a dormire un'amichetta di Carola (10 anni) pochi mesi fa..oltre ad essere andate a letto tardi..le ho trovate alle 4 1 mezza in cucina a prepararsi la colazione...avevano messo la sveglia loro!!??!! ma ti pare? alle 4 e mezza della mattina...vabbè và, non so quale sia l'età giusta so solo che pure io preferisco evitare...
    Queste tartellette sono bellissime oltre ad essere senz'altro buone!!
    Ti auguro un buon agosto, noi siamo in partenza, ci leggeremo a fine mese!
    Baci, Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ora tocca a me andare fuori!! Ci aggiorniamo a settembre. Un bacio cri

      Elimina
  9. Ma sono bellissime e chissà che buone.... quando inventeranno la spedizione via mail??? :D

    Elisa
    www.deliziandovi.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero mai altrimenti divento un botolo rotolante!!

      Elimina
  10. ah ah ti capisco benissimo, per anni ho condiviso la casa in montagna con una mia carissima amica, anche lei con 2 figli come me, solo che i suoi più piccoli, io adoro alla mattina alzarmi molto presto e farmi il mio caffè in solitudine leggendomi una rivista, un libro...insomma uno spazio tutto mio prima del solito casino.
    Bene, sin dai primi giorni, il suo bimbo più piccolo, come mi alzavo, arrivava...voleva la colazione, naturalmente come diceva lui...la temperatura del latte doveva essere quella, i biscotti i suoi...il succo di frutta solo dopo il latte...insomma io, dopo aver capito, mi alzavo sempre prima, alla chetichella cercando di non far il minimo rumore, ma niente senza speranza...tutti ronfavano alla grande fino alle 10 o alle 11, tranne me e lui che già dalle 6.30 ci aggiravamo per casa!
    Comunque gli voglio molto bene, quei tete a tete mattutini ci hanno molto unito...;-)
    Un bacione,
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uff...ti avevo scritto una risposta lunghissima con un ricordo d'infanzia e il computer, evidentemente più riservato di me, non l'ha pubblicata! Un bacio cri

      Elimina
  11. Ciao!!!
    Mi trovo qui da te per caso..complimenti,immagini stupende e blog altrettanto!!.:-)
    Anch'io sono appassionata di cucina come te,se ti va mi trovi qui:

    http://attimididolcezza.blogspot.it/

    Buona serata ciaooo

    RispondiElimina
  12. Hihihihi, attenta che se gli dai più soddisfazione della sua mamma, te lo ritrovi lì a non-dormire tutte le sere :-D

    RispondiElimina
  13. Mamma mia!! Sono tanto belle quanto buone!! Un capolavoro, sembra peccato anche a mangiarle. Mi unisco ai tuoi lettori e ti invito a passare anche da me per scambiare quattro chiacchere. Alla prossima :)
    http://ledeliziedelmulino.blogspot.it/

    RispondiElimina
  14. ahahaha per un momento ho pensasto che gli dicessi: "e non poteviprepararti la colazione e aspettare che mi svegliassi??"
    COmunque le tartellette sono bellissime, eimmagino anche molto buone ^_^
    Mi unisco ai tuoi fan se ti va passa da me ^_^

    RispondiElimina
  15. Scommetto che se per colazione gli mettevi davanti queste tartellette lo ipnotizzavi per almeno una mezz'oretta buona!!!! Comunque grazie per i consigli mi sa che anche io farò come te, ognuno a casa sua almeno fino a 15 anni!!! A presto Emanuela.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari