domenica 27 ottobre 2013

Autumn breakfast

Premetto che nella mia mente mi sembrava un'idea geniale...nella realizzazione qualcosa è mancato: un colore, un legante...qualcosa!
 Non importa: son cattiva e quindi decido di aggiungere anche questa alla lunga lista degli sfidanti dell'MTC di ottobre, tanto per rendere più gravoso il lavoro ai giudici! 
Roberta: un ultimo sforzo...domani sarà tutto finito!
Sul post non mi dilungo e vado alla ricetta. Cri






Scones alle castagne

210 g di farina autolievitante
60 g di farina di castagne  
1 cucchiaino di lievito
115 g di burro a temperatura ambiente
1 pugno scarso di zucchero
3 pugni di castagne lesse
125 ml di latte
1 uovo

Setacciare la farina, aggiungervi il lievito e il burro a pezzetti. Iniziare ad impastare. Unire lo zucchero e le castagne. Con una forchetta miscelare l'uovo al latte ed aggiungerlo lentamente al composto fino ad ottenere un impasto morbido. Stendere con il matterello su un piano infarinato.
Circa 1 cm di spessore, poco meno.
In forno a 190 °C per 10 minuti. Ruotare la teglie e infornare per altri 10 minuti.

P.S. Mi rendo conto che "il pugno" non è una buona unità di misura...chiedo venia!



Brioche alle mandorle

250 g di farina di grano tenero 00
30 g di zucchero
1 cucchiaino di sale
10 g di lievito di birra fresco
3 uova (circa 150 g )
165 g di burro a temperatura ambiente

Per la farcitura

100 g di miele
100 g di zucchero
1 arancia
100 g di burro
100 g di mandorle tritate grossolonamente o a lamelle

1 uovo per spennellare

 Versare la farina, lo zucchero, il sale e il lievito in una ciotola. Aggiungere le uova ed iniziare a lavorare con le mani. Unire il burro tagliato in pezzetti e continuare a lavorare.
La pasta deve diventare liscia ed elastica. Dovreste riuscire a tenere la pasta in mano senza che scivoli via.
Formare un salsicciotto e metterlo in frigorifero coperto con un telo. L'ho tenuto in frigo tutta la notte.
Riprendere l'impasto, stenderlo col matterello e con delle formire tonde da biscotti ottenere dei cerchi. Far riposare per un paio d'ore.
Quando avrete notato che l'impasto è raddoppiato preparare la farcia.
Far scaldare sul fuoco in un pentolino lo zucchero, il miele e la zeste d'arancia.
Aggiungere il burro sempre mescolando, far sobbollire per pochi secondi e aggiungere le mandorle.
Far intiepidire.
Spennellare le brioche con un uovo sbattuto
Posizionare una noce di farcitura al centro di ogni brioche e infornare per 10-15 minuti a 180 °C.

Zabaione salato

4 tuorli
1 pizzico di sale
60 g di burro
1 cucchiaio di whisky

Sbattere i tuorli con il sale con una frusta in un recipiente d'acciaio. Trasferire il recipiente su una pentola con acqua in ebollizione, far in modo che il contenitore con i tuorli non tocchi l'acqua. Continuare a lavorare fino ad ottenere un composto spumoso, aggiungere il burro a pezzetti e continuare a sbattere. Terminare conl whisky. Tenere in caldo.

Camembert fritto

camembert tagliato in quadratini
1 uovo
pangrattato
olio di semi di girasole per friggere

Passare il formaggio nell'uovo sbattuto e poi nel pangrattato, fare un secondo passaggio.
Friggere in abbondante olio.

Uovo alla coque

Mettere in una casseruola dell'acqua sul fuoco, quando inizieranno a comparire le prime bollicine versarvi un uovo sgusciato ed aspettare che si rapprenda. Tirarlo su con il mestolo forato e tenerlo da parte su un foglio di carta forno. 

Irish coffea

1 cucchiaio di zucchero di canna
1 cucchiaio di wisky
1 caffè lungo
panna montata

In un bicchiere versare lo zucchero e il whisky. Girare, aggiungere il caffè caldo e per ultima la panna.




Composizione del piatto

Servire gli scones tagliati a metà con un quadrato di camembert e l'uovo alla coque.
Accompagnare con della marmellata di lamponi.
Le brioche le ho servite con  una salsa calda di cachi, ottenuta frullando un cachi e facendolo cuocere per una decina di minuti con un cucchiaino di zucchero.


Con questa ricetta partecipo all'MTC di ottobre






25 commenti:

  1. Cri, non sei cattiva per niente, nel senso che potevi dilungarti nel post ... :D . Ma cos'è quello zabajone salato???? Solo tu...baci e buona serata Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto per stendere le belvette: whisky ovunque!

      Elimina
  2. Cri, sei proprio cattivissima! Cioè, perché continuare a mandare versioni??? Tanto per diminuire sempre di più la possibilità di vittoria altrui??? Forse perché ieri sera ho riso della tua disavventura?
    P.s. Voglio quello zabaione salato oraaaaaaaaa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zitta che ne ho viste di meravigliose: sempre più dura!!! Grazie un bacio cri

      Elimina
  3. Che dire...a me sembra non manchi nulla..dev'essere gustoso al punto giusto cara,complimenti!!!;))
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...a mangiarlo era perfetto..è solo una mia fissazione!

      Elimina
  4. mizzeca! quanta roba.... e che varietà! che mix di gusti e sapori e chissenefrega dei colori :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E che fai: sicula mi diventi!! Grazie un bacio cri

      Elimina
  5. Ammazza! Che meraviglia! Mi piace tutto, ma proprio tutto sai? :)
    Però ha ragione Flavia: non sei cattiva, perché dovevi scrivere un post moooolto più lungo :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora la prossima volta lascio libero sfogo alla mia loquacità...pare vero!!! Grazie un bacio cri

      Elimina
  6. Son cresciuta a misurare il riso a pungenti....ora sono fissata con i grammi:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...il fatto è che non riesco a perder l'abitudine!

      Elimina
  7. ecco, tutte queste uova mi hanno fatto venire voglia di farle. davvero, lo giuro! e alla prima domenica che piove... benedict anche a casa nostra! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo fatto un bombardamento a tappeto!! Uova per tutti!

      Elimina
  8. eccomi ad iniziare il mio giro di american breakfast ottimo e abbiamo fatto una salsa simile finalmente ho scritto il post domani on line

    RispondiElimina
  9. Più che cattiva sei una rovina! Non c'è un solo componente che non divorerei seduta stante: perfino le mie innumerevoli allergie non mi creerebbero problemi, potrei mangiare tutto in perfetta serenità! Bravissima Cristiana!!

    RispondiElimina
  10. Qui ci si fa del male, ma seriamente :-) Non so se ho barcollato di più sul camembert fritto :-) o sullo scone alle castagne. Per me da legante ci vuole solo una forchetta.

    Fabio

    RispondiElimina
  11. No non sei cattiva, sei anche fin troppo buona a regalarci ogni volta queste meraviglie...Quoto Fabio e resto indecisa tra il camambert fritto e gli scones con lo zabaione salato di rincorsa... e per me non manca assolutamente nulla, se non il fatto che non posso averla qui e subito, la tua colazione. Per quanto riguarda il pugno come unita' di misura, io lo uso ancora tantissimo, al punto che quando provo una nuova ricetta poi mi tocca ripesare tutti gli ingredienti per dare le indicazioni precise sul blog....ma personalmente, spesso mi affido piu' alle mie sensazioni che ai grammi...Di nuovo grazie e come sempre bravissima.

    RispondiElimina
  12. ascolta, noi bisogna si rimedi in fretta a questa conoscenza allora! : )))
    hai usato le castagne e la farina di castagne in questa colazione, come potrei nascondere che mi stai già tanto tanto simpatica?!?!?
    la tua colazione è s-u-p-e-r, e se in qualche modo ti può rasserenare ti racconto che nella preparazione della mia prima torta (autonomamente..) lessi "una presa di sale". ed io PRESI il sale, una bella manciata generosa e lo buttai nell' impasto.
    la torta venne alta 1\2 cm, salata come l' acqua di mare........... secondo te mi spaventano 3 pugni di castagne???????
    bacio

    RispondiElimina
  13. Mi piace, mi piace un sacco!! altroché! baci, V

    RispondiElimina
  14. sono indecisa, ma poi... autunno... formaggio... whisky... direi che scelgo questa! non tra le due, intendo tra tutte!

    RispondiElimina
  15. Adoro tutti quelli che in questa sfida hanno inserito anche una preparazione alcolica.
    Tu....due!
    Non c'è dubbio, sei la mia eroina:))
    Vogliamo parlare del camembert fritto??? Roba da capotto, ecco forse sopra l'uovo avrei grattato della castagna cruda.....come fosse un tartufo, personalmente l'adoro!!;))

    RispondiElimina
  16. Ma a colazione l'Irish coffee???? Ma questa sfida del MTC è vince chi avrà il colesterolo più alto? TVB!!!! Un bascione!

    RispondiElimina
  17. già una che fa colazione con l'Irish coffee, normale non è - ergo, ci piace. Se poi "va a pugni", sento già scorrere nelle vene il sangue di una parentela molto più forte di quelle non scritte. E se poi, attorno al nettare d'Irlanda, ci sviluppa una colazione come questa, che profuma d'autunno, di bosco, di formaggi che filano sotto la crosticina e si fondono col tuorlo dell'uovo, allora la domanda è d'obbligo- ed è l'unica possibile, dopo una colazione così: mi sposi, vero, cri? :-) un mito, 'sta donna. un mito :-)

    RispondiElimina