mercoledì 16 aprile 2014

Casseruola d'agnello con mandorle e albicocche secche

Sono in fase stracarnivora: non so se è l'aggressività che covo che deve scaricare da qualche parte o è l'aumentato consumo di carne che sta peggiorando la situazione.
Polemica e incazzosa in ogni situazione...forse un tantino esaurita!
Ieri ho dato il meglio nello spogliatoio della piscina dei bambini.
C'era un gruppetto di bambini di circa 9 anni che hanno iniziato prima a menarsi per gioco per poi diventare sempre più violenti...li ho separati e da lì hanno cominciato ad insultarsi: un vaffa, un azzo, un altro vaffa...come si dice a Roma "ho perso la brocca" e li ho minacciati di smettere, che dovevano avere almeno rispetto per me, adulta, e per i miei figli più piccoli, che dovevano ricordarsi sempre di non essere bestie (che in realtà può essere solo un complimento!) ma uomini...è calato il gelo.
Credo che se mio figlio avesse potuto scavare una buca nel linoleum ci si sarebbe ficcato...
Raccontato l'episodio a mio marito mi ha subito ripresa dicendomi che rischio la lite con i genitori: pace!
Fatto sta che oggi il bambino incriminato mi ha salutato con un sorriso a 32 anni...starà affilando la mannaia dietro la schiena?? Notte cri


Ingredienti:

1 kg di spalla d'agnello tagliata in pezzi
200 g di albicocche secche
4 cipollotti freschi
100 g di mandorle più altre tagliate a lamelle
pistilli di zafferano
cannella
200 g di carote tagliate a rondelle e lessate al dente
burro
olio extra vergine di oliva
sale e pepe

Rosolare la carne in una casseruola antiaderente che possa andare in forno (ne ho usato una di ghisa). Quando sarà dorato da tutte le arti aggiungere i cipollotti tagliati a rondelle, la cannella in polvere (a seconda del proprio gusto), una noce di burro e far cuocere a 140°C per 4 ore.
Mezzora prima di sfornare aggiungere le albicocche, le mandorle e le carote lessate velocemente in acqua. Aggiustare di sale e pepe. Uno spettacolo!



Con questa ricetta partecipo al contest di Stefania

3 commenti:

  1. E no, hai fatto benissimo ad intervenire! Ma i loro genitori non c'erano? È pur vero che una volta a scuola di mio figlio, durante una festa di natale, una bambina tormentava un'altra bambina e sua madre non le diceva niente. Ad un certo punto la mamma della bambina tormentata, le ha detto di smetterla. Non l'avesse mai fatto! L'altra mamma, invece di mortificarsi, l'ha cominciata pure a menare davanti a tutti i bambini e a noi adulti, che assistevamo increduli in un primo momento, perché non doveva permettersi di rimproverare sua figlia. Da allora non si sono più fatte feste a scuola… Quindi, prima di immischiarti, guarda sempre bene che non ci siano i loro genitori vicino! ;)
    Di questo secondo sono stra felice, io non amo molto la carne, ma quando è ben condita come questa tua ne mangerei a quintali! Ottimo abbinamento albicocche e mandorle!!!
    TI adoro… ma mi sa che te l'ho già detto qualche altra volta! <3

    RispondiElimina
  2. Certe volte non si può stare fermi, BISOGNA intervenire...magari chissà sarà merito tuo se la prossima volta si fermerà prima di iniziare!
    Un abbraccio forte!
    Berry

    RispondiElimina
  3. Cri, con quest'agnello hai fatto il botto!!!!! buonissimo e in bocca al lupo cara!
    Maddy

    RispondiElimina