venerdì 14 marzo 2014

Pancake alla farina di ceci con cipolle e pomodorini...e lo ribadisco: Ottolenghi mon amour!

Come tutti i venerdì giornata faticosa...
e non posso che far un po' di polemica anche oggi! 
Che rompiglioni certi bambini...ci metto anche i miei nella mischia: don't worry!
Come tutte le mamme del mondo non è che se sto a casa mi sbrago sul divano a guardare la tv...anche se tutti hanno questo pensiero in testa (come mio cognato che è convinto che dopo aver portato i figli a scuola torno a letto...sai com'è poi Mary Poppins viene a fare il resto!).
Insomma, oggi venerdì giornata d'inviti e due piccoli ospiti son venuti a pranzo...uno dei due mi si è appiovrato non smettendo di ripetermi (mentre cucinavo...vabbé un piacere lasciatemelo!): 
"Mi fai giocare alla Play?"
Da mamma scassamarroni non mi andava giù che invece di giocare in giardino preferisse il videogioco e poi, come è nella mia indole, non è che mi trasformo in un'adulta saggia e con un approccio educativo...: quando mai!! 
Mi abbasso al livello dell'ottenne e non mollo, sfidandolo che tanto non mi sfianca e che posso resistere ad oltranza...dopo 2 ore e un quarto ha vinto lui e allora mi chiedo: non potevo cedere prima??? 
Agli sgoccioli di questo venerdì, Gluten Free Day, attingo ad un grande e speriamo che questa volta vada bene...che esser celiaci mica è semplice e sono un paio di venerdì che sbaglio qualcosa!
Notte cri


Ingredienti (da Plenty di Ottolenghi):

300 g di pomodori pachino
olio extra vergine d'oliva
800 g di cipolle bianche, tagliate ad anelli
2 cucchiaini di timo (ho usato foglie fresche)
1/2 cucchiaino di aceto bianco
230 g di farina di ceci
450 ml di acqua
2 albumi
sale e pepe

Iniziare coi pomodorini. Scaldare il forno a 130 °C. Tagliare i pomodori e condirli in una ciotola con sale, pepe e olio. Farli cuocere per 25 minuti allineati in una teglia. Non devono seccarsi completamente.
Nel frattempo scaldare 4 cucchiai di olio e aggiungere le cipolle, il timo, sale e pepe. Cuocere per circa 20 minuti facendo attenzione che le cipolle non si brucino. Sfumare con l'aceto.
Togliere i pomodori dal forno ed aumentare la temperatura a 175 °C.
Preparare i pancake. Con le fruste amalgamare la farina di ceci, l'acqua, 1 1/2 cucchiaio di olio, sale e pepe. Montare a parte gli albumi e aggiungerli al composto facendo attenzione che non smontino.
Per la cottura mi sono comportata come fossero dei pancake normali. Ho scaldato dell'olio in un padellino, vi ho aggiunto un mestolo di composto e una volta cotto da un lato ho girato dall'altro.
Condire i pancake con le cipolle, i pomodorini e qualche foglia di timo. Rimettere in forno per 5 minuti.



Con questa ricetta partecipo al Gluten Free Friday

14 commenti:

  1. Bella trovata! Trovo che siano molto versatili, oltre che terribilmente appetitosi!
    Ma come si fa a preferire la play al giardino? Mahhhhh!
    Buon w-end! Riposiamoci! ;-)

    RispondiElimina
  2. E magari dopo averti scassato per due ore l'ottenne ti ha pure rotto perché non gli andava bene quel che avevi preparato a pranzo ! I bambini sono una prova di nervi talora. Io il probliema della play a suo tempo l'ho risolto alla radice...non l 'ho proprio comprata. In compenso mio figlio, che ora ha 15 anni, due anni fa se l'e comprata a mia insaputa con le paghette ! Fregata in corner !! Bella idea i pancakes in versione salata

    RispondiElimina
  3. OMG! It looks so yummy, I need to try :D
    Check out my blog www.shawsy.blogspot.com I'm a beginning blogger.

    RispondiElimina
  4. A parte che ieri sera ero troppo stanca e mi si chiudevano gli occhi e non ho potuto scrivere neanche mezza parola, perché sembrava ostrogoto, oggi ho riletto con attenzione il tuo post e sono qui piegata dal ridere!
    Anche io mamma scassamaroni, che pensa di poter tener fronte a bambini rompiglioni… ma che desiste dopo appena due ore… ecco, visto che ormai ne siamo consapevoli, decidiamo di desistere subito? Però un mio amico diceva: "contro la natura, nemmeno la scienza", mi sa che siamo condannate! :D
    P.s. forse per il bambino, ma stavolta è tutto PERFETTO!!! Ti adorooooooo e non perché la ricetta vada bene, ma perché sei tu!!!

    RispondiElimina
  5. coraggio Cri i bambini hanno un gran vantaggio prima o poi crescono !!!... e vedrai che poi ci penserai con nostalgia.
    bella la ricetta mi piace molto anche la presentazione con la sua apparente semplicità e quella farina di ceci che ti sorprende... e poi anche io adoro Ottolenghi :))

    RispondiElimina
  6. Ciao,
    passa da me:
    http://semivaniglia.blogspot.it/2014/03/due-nuovi-premi.html
    c'è una sorpresa per te. :)
    a presto
    floriana

    RispondiElimina
  7. Venerdì pomeriggio simile a casa mia.
    Che poi... Piovesse, ma con una bella giornata e mille giochi da fare, lui voleva solo la Wii!!!
    Bella ricetta, da provare
    Buona domenica
    Alice

    RispondiElimina
  8. ha ha ha mi sono divertita un sacco a leggere il tuo post! molto ma molto più semplice essere celiaci che contrastare un pre adolescente. adolescente o post adolescente che sia...ci vuole la pensione di accompagnamento! ma tu a tuo cognato dovresti dire che si che ti vai a coricare dopo averli lasciati a scuola, tu si che lo puoi fare ;-) direi che la ricetta è perfetta, grazie mille! ciauuuu

    RispondiElimina
  9. Ottolenghi è un grande che manca all mia biblioteca...dovrei rimediare, ma intanto proverò questi frittelloni gustosi!!! Ah...se tra bimbi, piccoli mostri e pasti ti rimanesse un po' di tempo, ne approfitto per invitarti al mio contest "la foodblogger cucina qui"..., magari hai voglia di farci vedere la tua cucina!ti aspetto
    Qui tutte le info:
    http://betullalba.blogspot.it/2014/03/1betulla-contest-la-food-blogger-cucina.html

    RispondiElimina
  10. mi ero persa questa ricetta gustosissima!!!!che brava, è proprio invitante.
    un bacione e buona giornata

    RispondiElimina
  11. ho giusto acquistato una confezione di farina di ceci (neri), grazie per questa ricetta! A presto

    RispondiElimina
  12. Eccomi qua!! ahahah...e ti stupisci per questo? Noi,non so se hai visto,viviamo a Lanzarote e mio figlio,quasi 18enne, si chiude nella sua tana (leggi camera,ma con le tende sempre tirate,assomiglia piú a una tana)al computer invece di uscire e andare in spiaggia (2 minuti a piedi) o,per lo meno,a passeggiare sul lungomare...é bianco come un milanese in novembre!! Chi li capisce!!
    Questa ricetta mi fa sbavare. Adoro i ceci e la farina di ceci mi fa immediatamente pensare alla amatissima farinata,ma questa preparazione mi incuriosisce moltissimo. Inserisco nei miei archivi subitissimo e quando troveró la farina di ceci (cosa non facile qui)la faccio sicuramente. Ti spiace se quando la provo iserisco la ricetta nel mio blog? Ovviamente con link di rimando qui.
    Hai un blog che é uno spettacolo quindi mi sento onoratissima della tua visita al mio neonato.
    A presto. Un abbraccio
    Vera

    RispondiElimina
  13. Ciao, grazie per la ricetta, davvero buonissima, i pancake sono piaciuti proprio a tutti!

    RispondiElimina