mercoledì 5 marzo 2014

Involtini con carciofi di Anna Gosetti della Salda

Appena cerco di stare un po' attenta a mangiare ecco lì che sul blog vengo meno...praticamente se voglio dimagrire non posso cucinare: vale la pena?? 
Ma non ho voglia di parlare di ciccia che non ne posso più di sentirne parlare, il mondo va a a scatafacio (avrei voluto esser più volgare, ma poi mi dicono che una signora non può...) e sembra che le uniche cose per cui valga la pena affannarsi sia perdere qualche chilo e togliersi qualche ruga.
Ho quasi 40 anni (dico quasi!) e le mie amiche iniziano già a farsi punturine e roba varia...che ansia!
E visto che son polemica voglio rompere le cosiddette: volete ridarmi il carnevale???
Chi ha deciso che Halloween si e Carnevale no??
Nessun coriandolo, né stella filante, maschere preconfezionate tutte uguali...rivoglio questa festa, rivoglio vedere i bambini felici nel mascherarsi e nel tirare i coriandoli, rivoglio sentire la puzza di fritto e sentirmi gonfia di castagnole prima dell'inizio della Quaresima...e invece nulla!
E visto che alla fine questo post è un elogio della semplicità vi beccate questi involtini, presi dal mio nuovo libro mito...perfetto per ogni casalinga con una famiglia da sfamare!!
Cri


Ingredienti per 4 persone:

8 sottili fettine di carne, circa 500 g
80 g di burro + una noce per rosolare la carne
50 g di prosciutto crudo
due carciofi (ho usato i romaneschi)
1/2 bicchiere di vino bianco
olio extra vergine di oliva
1 limone
1 cipolla
farina di grano tenero
sale

Pulire i carciofi, privandoli delle foglie esterne più dure, poi sbollentarli in acqua acidula con limone e salata per alcuni minuti (5 nel mio caso). Scolarli, scuoterli bene e sistemarli capovolti su un telo pulito; quando saranno tiepidi tagliarli in otto spicchi. Tritare il prosciutto ed impastarlo col burro. Appiattire la carne e su ogni fetta disporre due spicchi di carciofo e un po' del composto di burro e prosciutto. Arrotolare la carne e legare gli involtini con dello spago. Passarli nella farina e farli rosolare in un fondo di burro, olio e poca cipolla tritata; bagnarli col vino, salarli e proseguire la cottura a fuoco basso. Servirli caldi.


19 commenti:

  1. Se trovassi questo piatto per cena sarei la donna più felice del mondo....ma prima tornerei in panificio che con tutto quel sughetto è obbligatorio fare scarpette come non ci fosse un domani!!
    E' uno spettacolo, sono quasi innamorata! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti hanno riscosso successo anche qui! Grazie un bacio cri

      Elimina
  2. mi hai fatto troppo ridere con...rivoglio sentire la puzza di fritto e sentirmi gonfia di castagnole!ti giuro, rido da sola!per quanto riguarda le osservazioni su ciccia e ritocchini vari...mi trovi perfettamente d'accordo!anch'io ho quasi 40 anni, nel senso che ne avrò 39 fino al prossimo fine dicembre e sinceramente chissenefrega.mi mette un pò di tristezza pensare che ci siano donne under 40 che già ricorrono al ritocchino.boh, forse io sono atipica, ma credo che continuare a rincorrere qualcosa che non c'è più (i 20 anni in questo caso), alla fine stressi e lo stress fa invecchiare.io faccio "iniezioni di vitamine" mangiando frutta e verdura e la mia pelle si mantiene bene.per il grasso...basta fare movimento.i cosmetici non servono a niente.io pratico arti marziali, tai chi e pilates e cammino quando posso.faccio le scale sempre e mi muovo e il mio fisico si mantiene.e poi nutro anche il cervello con la lettura, e lo spirito con la meditazione.e tutto insieme crea armonia, che alla fine è quello che conta secondo me.
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ....cavolo: la tua giornata quante ore dura??? Un bacio cri

      Elimina
  3. Finita la saga del maiale da me inizia quella dei carciofi... che adoro. E il tuo piatto mi conferma che ho ragione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vengo a vedere di dove sei...anche qui in zona c'è una sagra dei carciofi!

      Elimina
  4. Buonissimi!!!! sono così invitanti!!! da provare!!!

    RispondiElimina
  5. Buoni! Davvero squisiti... Da provare!
    Un abbraccio, Carla.

    RispondiElimina
  6. Che bel post contestatario ma pieno di gioia di vivere di amore di passione di allegria..cose che sicuramente da non molto tempo, a me mancano purtroppo..
    E trovo questa gioia anche nella ricetta che ci proponi...
    Ottima, mia cara amica...dolce serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...sono una rompiballe polemica...ma alla fine di buon carattere!

      Elimina
  7. Cri potrei averlo scritto io questo post se non fosse che di anni ne ho (quasi) trenta e di figli zero.. hehe ottima ricetta amica mia! bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh hai tutto il tempo per raggiungermi...in tutti i sensi!

      Elimina
  8. consolati: più di un anno senza blog (sostanzialmente)- e sono ingrassata uguale.
    E un po' di colpa ce l'hai tu, sia chiaro: finchè continui a postare 'ste robe...:-)

    RispondiElimina
  9. Se ve increìble una verdadera delicia,abrazos.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muchas gracias...(si scriverà così????)

      Elimina