venerdì 24 gennaio 2014

Pizza con farina di quinoa per il Gluten Free Friday

Veloce che un figlio è in attesa per vedere un film insieme!
Oggi per il Gluten Free Friday ho voluto trovare una degna fine a della farina di quinoa che avevo comprato qualche tempo fa e con cui avevo tentato di fare dei ravioli.
Ho fatto di testa mia ed è doveroso fare una premessa:
la farina di quinoa ha un sapore che si discosta dal chicco integro, con un retrogusto che potrebbe esser definito "amaro" (o almeno così l'hanno definita i miei piccoli), 
per me ha un sapore di crudo, di acre (?)...ma insomma a me piace, ma potrebbe non incontrare il gusto dei più...notte cri



Ingredienti:

400 g di farina di quinoa
300 ml di acqua
60 ml di olio extra vergine d'oliva
1 cucchiaino di lievito di birra
1 cucchiaino di sale

400 ml di passata di pomodoro
1 mozzarella di bufala da 200 g
olio extra vergine d'oliva 
sale

Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida all'interno di una ciotola in vetro; poi, con l'aiuto di una spatola , aggiungere la farina. Mescolare. Unire l'olio e continuare a girare l'impasto. Per ultimo il sale.
Coprire con un sacchetto di plastica e mettere in frigorifero per tutta la notte.
L'indomani togliere l'impasto e lasciarlo a temperatura ambiente per un paio d'ore.
Stenderlo su una teglia oleata con l'aiuto dei polpastrelli unti, stendere la passata di pomodoro, irrorare con dell'olio d'oliva e con due pizzichi di sale.
In forno (il mio a gas) a 220° C per circa 45 minuti. Cospargere con la mozzarella spezzettata con le mani e ancora in forno per 10 minuti.






Con questa ricetta partecipo al Gluten Free Friday

19 commenti:

  1. Bella sei, cara Cri.. corri, corri che sennò il film inizia <3 Questa pizza.. oh, che posso dire: la quinoa mi piace tantissimo e ha un aspetto divino! COMPLIMENTI! Ti abbraccio tesò. Forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...son felice tu sia tornata! Un bacio cri

      Elimina
  2. Che film mavete visto? Ti è piaciuto? <3 Bella la pizza di quinoa... la butti nel paniere di Panissimo? Un bascione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il venerdì è il giorno del grande: i piccoli arrivano distrutti e finalmente soli ci riusciamo a godere un pò di pace insieme...un bacio cri

      Elimina
  3. Tu si che sei una cuoca coraggiosa!!! Con questa pizza hai potuto sperimentare in prima persona ciò che capita nella cucina di un celiaco, sempre alle prese con farine e prodotti dal gusto diverso. La farina di quinoa non l'ho ancora provata, forse ma mischierei ad altre farine, considerando che, come dici tu ha un sapore molto forte! Un abbraccio. Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A dirla tutta ero veramente scettica: non mi sembrava affatto lievitata e alla stesura: boh...non avrei mai pensato che potesse "crescere"! La prossima volta proverò ad unirla con altre farine...un bacio cri

      Elimina
  4. L'hai stesa così, senza fare nessun tipo di pieghe? Che meraviglia! Per il retrogusto non saprei dirti. Ho davanti ai miei occhi un piccolo pacchetto di farina di quinoa, perché a forza di leggere di qua e di là... la volevo provare. Speriamo sia un fatto soggettivo... Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' di difficile gestione...far delle pieghe senza aggiungere altra farina sarebbe stato complicato, ma la prossima volta qualcos'altro metterò! Un bacio cri

      Elimina
  5. Non la conosco proprio questa farina, ma la tua pizza ha un aspetto talmente invitante che mi hai incuriosita assai .
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere...se mai la proverai! Un bacio cri

      Elimina
  6. beh ma se ti è piaciuta allora ricetta promossa non credi? l'aspetto è bellino :)
    baciotto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me si....vorrei sapere cosa ne pensate voi! Un bacio cri

      Elimina
  7. La farina di quinoa é molto particolare, ma puó dare risultati sorprendenti come in questo caso. In genere do dei soprannomi ai piatti con ingredienti "strani": tipo schiacciata rossa a macchie tipo Pimpa, in questo modo i miei per un secondo non ricercano il sapore tradizionale e a volte apprezzano, Se succede il miracolo entra nei piatti di famiglia.
    Sei stata bravissima perché oltretutto 'ste farine sono difficili da elaborare.
    Grande GFFD! Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella l'idea...appena hai nominato la Pimpa l'ho vista lì davanti ai miei occhi: la prossima volta provo! un bacio cri

      Elimina
  8. l'aspetto è bello però..io l'ho usata per la prima volta da pochissimo e ho aggiunto poca farina di quinoa, ho notato che ha un sapore buono e lascia una leggera umidità all'impasto che non disdegno. Grazie per la partecipazione, un buon we! Sonia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piano, piano s'impara....grazie un bacio cri

      Elimina
  9. Tesoro mio bellissimo, sei una temeraria! Riesci a sperimentare più di noi sglutinate, con risultati più che soddisfacenti. Io non ho mai usato solo la farina di quinoa, ma uno, molto più famoso di me e di te e che sta facendo un mucchio di soldi con la dieta del gruppo sanguigno, ha scritto due libri di ricette senza glutine dove usa solo la farina di quinoa e la cosa mi aveva incuriosito alquanto… Mi sa che prima, però provo la tua pizza! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh no: ora son curiosa....chi questo tipo?? Urge ricerca! Un bacio cri

      Elimina
  10. Ecco...come si differenziano le percezione dei sapori in persone diverse...per me la farina di quinoa sa di nocciola, non tostata, ma sa di nocciola.
    Sei una sperimentatrice avventurosa...e brava!
    Serena notte e a rileggerci presto sempre tra ricette e sorrisi :-D

    RispondiElimina