domenica 14 febbraio 2016

Lasagne di carnevale alla napoletana

Volevo partecipare alla Settimana dedicata al Carnevale, ma dopo l'invasione di frappe, lattughe, castagnole, cenci, graffe e bomboloni con olio che "sfriccica" ovunque ho deciso di andare sul salato, grasso sì, ma salato. 
In piena Quaresima, lo so, ma è domenica e la lasagna di domenica ci sta: fa famiglia!
Grazie ad Ilaria per il suo bellissimo post, ricco sempre di tante informazioni. 

La ricetta è della Gosetti della Salda, sicuramente i napoletani avranno qualcosa da ridire, ma la colpa non è mia!


Ingredienti per 6 persone (ma anche 8!):

500 g di lasagne larghe napoletane non so quale differenza ci sia, ho usato la classica sfoglia con 80% di semola e 20 % di farina di grano tenero
300 g di mozzarella (ho usato quella di bufala)
300 g di ricotta (nel mio caso di pecora)
300 g di lonza di maiale
200 g di cervellatina (salsiccia)
90 g di strutto (o burro)
60 g di parmigiano grattato (ne servirà di più)
50 g di pancetta (o grasso di prosciutto)
conserva di pomodoro
poco pane grattugiato
olio extra vergine di oliva
vino rosso
una cipolla- una carotina
una costa di sedano
due uova 
sale - pepe

Tritate la carota, la cipolla e il sedano assieme alla pancetta. Fate rosolare con lo strutto in un tegame di terracotta (ho usato, fortunatamente, una pentola a fondo spesso di ghisa) assieme a mezzo bicchiere di olio.
Unite la lonza, appena la cipolla sarà appassita e imbiondita unite abbondante conserva di pomodoro e mezzo bicchiere di vino.
Salate, pepate e "tirate" il sugo. Prima ho specificato che fortunatamente ho usato un'ottima pentola...ho scordato il sugo sul fuoco e ha cotto tutta la notte: 13 ore senza bruciarsi.
Tagliate a fettine la mozzarella. Fate rosolare la salciccia in poco strutto. Una volta cotta spellatela e tagliatela anch'essa a fettine.
Passate al setaccio la ricotta, lavoratela con un cucchiaio di legno aggiungendovi un uovo, 4 cucchiai di parmigiano grattato, un pizzico di sale e pepe.
Tirate fuori dal tegame la lonza e tritatela finemente, unitevi l'uovo, una manciata di parmigiano e poco pane grattugiato. Con il composto realizzate delle piccole polpettine e friggetele in abbondante olio.


Cuocere le lasagne in abbontante acqua salata, una volta cotte trasferitele in un recipiente con acqua fredda e poi mettetele a scolare su dei teli.
Ungete una teglia con dello strutto ( o burro).
Stendetevi uno strato di lasagne, ponetevi sopra uno strato di ricotta, irroratela con poco sugo, aggiungete le polpette, le fettine di mozzarella e quelle di salsiccia.
Ripetete fino ad esaurimento degli ingredienti.


Terminate con l'ultimo strato spolverizzato con abbondante parmigiano, le fettine di mozzarella e il sugo di carne.
Trasferite in forno a 180° per 20 minuti circa ( ho cotto 40 minuti).


1 commento:

  1. Stupenda, meravigliosa: una goduria!
    Essendo io una cretinetti ho scoperto solo quest'anno questa lasagna grazie ad un articolo di Pignataro, è laboriosa senza ombra di dubbio ma non so cosa darei per averla qui ora!!!!!

    RispondiElimina