mercoledì 6 novembre 2013

Ventaglietti alla cannella con mini tutorial...

Sperando di fare in tempo ripropongo questa ricetta per un'amica virtuale...purtroppo, pur cucinando tutti i giorni con le bestiole, non ho foto di loro all'opera...Mi riciclo anche il post...perché la situazione è restata invariata!! 
Stamattina che corsa! La prima gita della piccola mostra e come al solito sono riuscita a sentirmi un verme, credo non esista persona al mondo che mi faccia sentire in colpa quanto i miei figli...
Come è andata? Ritardo furioso e minaccia delle maestre per il rispetto della puntualità...
Beh, a casa mia succede questo tutte le mattine: sveglia con coccole, baci, luce soffusa (perché mi sembra una violenza sparargli la luce in faccia), colazione con calma (perché a casa mia non si è mai fatta)...poi, piano piano, la tensione inizia a salire perché mi accorgo dello scorrere delle lancette e allora"Dai su: bevi più veloce, mastica più in fretta"...poi la vestizione, con litigio tra i due maschi su chi deve andare a prendere la posta e su chi deve buttare la spazzatura (perché si: vogliono farlo tutte e due!!! Quanto durerà?)...i primi pianti, gli sgambetti....a me il cuore inizia ad accelerare, l'ansia monta...vesto la piccola che ovviamente non gradisce le scarpe che le ho messo e si butta per terra in lacrime...intanto i due sono andati:"Lavatevi i denti! Tornate indietro!"...finalmente raggiungo un compromesso con la iena...zaini pronti, merende pure si può partire..."Dove sono le chiavi?" E si ricomincia: scale su, scale giù...improperi contro chiunque possa avermi nascosto le chiavi...ok:"Trovate" (nella tasca del cappotto che ho addoso)...chiudo le luci e: "Mamma devo fare popò!"...ho quasi la bava alla bocca, ma la popò è la popò e va fatta (gli altri due in macchina continuano a suonare il clacson e per la mia ansia questo non aiuta)..ok, ci siamo, in macchina...prima di partire ultimo intoppo: di nuovo la mostra che non vuole mettersi seduta sul seggiolino....non ce la faccio, sto per cedere...quasi con le lacrime agli occhi la impietosisco e finalmente si parte...
Il Ruggito del coniglio piano piano mi rilassa e mi fa tornare il sorriso e così nel parcheggio della scuola grandi abbracci e grandi saluti e tutti felici e contenti...ma, a loro, tutta quest'ansia farà male?
Ma le nostre mamme ci pensavano ogni volta che facevano qualcosa se ci potevano creare qualche disagio?

Ventaglietti alla cannella

1 rotolo di pasta sfoglia 
3 cucchiai di zucchero
1 cucchiaino di cannella



Stendere la pasta con il matterello e cospargerla con lo zucchero e la cannella. 

Ripiegare il lato lungo verso l'interno. 









                                                     Fare la stessa cosa con l'altro lato.










Ripiegare ancora su se stessi i lati lunghi.


Formare un cilindro.

Tagliare con un coltello liscio per uno spessore di mezzo centimetro. Mettere sulla placca la carta forno e adagiavi le rondelle. A 180° per 10 minuti. Girale e continuare la cottura per latri 5 minuti. Chiaro?


Con questa ricetta speriamo di partecipare al contest di Viviana

8 commenti:

  1. io adoro i ventaglietti! mai pensato alla cannella...
    non ci sono problemi se vuoi mandarmi le ricette quando le posti o tutte insieme, vedi tu come vai meglio. Questa la inserisco dopo cena, scusa ma devo andare di corsa a cucinare...!!!
    a dopo. Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche se non si può dire: buon appetito! Cri

      Elimina
    2. inserita, grazie.

      Elimina
  2. grazie grazie :) siete già sul pdf <3 Credo che i tempi di oggi sino molto più accelerati di quelli in cui siamo nati e cresciuti noi. Ma quanto è bello essere mamma, anche con l'ansia che ti assale!
    Un mega kiss!

    RispondiElimina
  3. Hehehe..mi sembri l'inquilina del piano di sotto, solo che lei da quando si alza a quando esce di casa...URLA!!! Poveri bimbi...
    Ti rubo un ventaglietto, mi piacciono assai! Un bacio

    RispondiElimina
  4. Io uguale. i svegliamo, sorrisi, baci e abbaracci e da un dito si prendono tutto il braccio e arriviamo tardi ovunque! Quando arrivo in ufficio mi sembra di aver fatto già due maratone!
    Baci
    Alice

    RispondiElimina
  5. Oh mamma...io devo dire che riesco a gestire bene l'uscita da casa ma di uno si tratta! A me basta dirgli che andiamo dalla sua dada Susan e lui abbandona tutto e si mette in riga...allacciargli il seggiolino a volte è difficile, quello sì...
    Forza e coraggio hai tutta la mia solidarietà!!!
    Secondo me mia mamma sclerava tanto quanto noi...

    Bacioni e buona domenica
    Silvia

    ...queste chioccioline sono da fare, mi ricordano le merende con le amiche durante le superiori anche se le nostre erano comperate e non fatte in casa!

    RispondiElimina