venerdì 14 febbraio 2014

Desperate biker cow pie...e auguri di San Valentino a chi ci crede

Chi ci crede di voi? A cosa? A San Valentino ovviamente!
A me personalmente rimbalza: nel senso che amo tutti i giorni, incondizionatamente, e non mi interessa festeggiare un solo giorno dell'anno...ma è una festa strana: c'è chi la ama e chi la odia, a chi suscita tristezza, a chi mette frenesia, a chi scontento...a me scivola addosso.
Giorni rabbiosi, giorni in cui penso e ripenso alla mia vita, alle mie scelte...circondata da matrimoni falliti, donne infelici...cosa è giusto e cosa non lo è??
Vorrei avere una nonna saggia, di quelle che ti danno il consiglio.
Ho scelto di rinunciare alla mia vita professionale, ho scelto di dedicarmi ai figli e sono contenta di questa scelta anche perché non son tipo che si annoia e non mi ritrovo mai a pensare: e ora?
Però ogni tanto un pensiero si affaccia: ma non è che un domani non mi verrà riconosciuto quello che faccio? Non è che mi verrà detto: ma alla fine tu che hai fatto?
Vorrei esser nata 80 anni fa, quando non ci si poneva proprio il problema: le donne erano appagate per il semplice fatto di esser mogli e madri. 
Perché cavolo ancora non viene riconosciuta l'importanza dell'essere genitori?
Crescere degli individui sani, nel senso di "retti",  non è un obiettivo più che sufficiente?
Eppure vedo tante scontente intorno a me ed ho paura di diventare anch'io così e uff: 
che barba che noia!!
La torta di oggi la dedico a chi ama solo oggi e tutto il resto dell'anno si fa i cavoli suoi! cri



Ingredienti finta sfoglia senza glutine (presa da Stefania):

170 gr farina di riso quella super fina tipo amido
50 gr. fecola di patate
30 gr farina di tapioca
250 formaggio cremoso
160 gr burro morbido, ma non troppo
2 pizzichi di sale
5 gr di xantano (facilmente sostituibile con la farina di semi di carrube)

Mettere tutti gli ingredienti nel mixer e amalgamare fino ad ottenere una palla. trasferire in frigo avvolgendo la pasta in pellicola. Lasciar riposare un paio d'ore. Riprendere l'impasto e stendere con il matterello, procedendo come con la pasta sfoglia, cioè piegando in tre la pasta ad ogni giro, prima di stenderla, infarinando il piano di lavoro con la farina di riso per evitare che si attacchi alla superficie.

Ingredienti per il ripieno ( da Perfect Pies - The Hairy Bikers'):

3-4 cucchiai di olio d'oliva
1 1/2 cipolla pulita e tagliata a julienne
2 spicchi d'aglio tritati
500 g di entrecote di vitello
sale
pepe
100 ml di vino rosso
300 ml di brodo di carne
200 g di pelati
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
1 cucchiaino di senape
1 cucchiaino di zucchero di canna
1 cucchiaino di erbe aromatiche tritate (io rosmarino, timo, salvia)
3 cucchiai di Maizena
350 g di patate
200 g di carote
acqua

Scaldare l'olio in un tegame con la cipolla e l'aglio. Far cuocere fino a quando non saranno morbidi. Trasferire in un piatto, aggiungere altro olio e far scaldare. tagliare la carne in cubetti. Salarla e peparla.
Farla rosolare a fuoco vivo fino a quando non sarà bella colorita. Trasferire la carne nel piatto con le cipolle. Deglassare col vino, staccando bene il fondo di cottura. Versare il sugo così ottenuto sulla carne e rimettere tutto nella pirofila. Aggiungere i pomodori, il concentrato di pomodoro, la senape, lo zucchero di canna, le erbe. Coprire col brodo e mettere in forno a 180°C per circa 1 ora e mezza.
Trascorso il tempo di cottura aggiungere le patate e le carote tagliate a tocchetti.
Rimettere in forno per un'altra ora e mezza.
Far raffreddare. La carne dovrà risultare molto morbida.

Preparare la teglia rivestendola con la pasta, mettervi la carne stufata e richiudere con altra pasta. 
Bucare la pasta al centro, per far uscire il vapore.
Preparare le due corna con la pasta rimasta e cuocerle a parte.
In forno a 180°C per 45 minuti.
Incidere la pasta in due punti e collocarvi le corna...buon appetito!


Con questa ricetta partecipo al Gluten Free Friday

11 commenti:

  1. Io ti adoro ogni giorno di piu'!

    RispondiElimina
  2. E io, ti adoro di più!!!
    <3 <3 <3
    P.s. vorrei anche io essere nata 80 anni fa… ma con i mezzi tecnologici di ora! ;)

    RispondiElimina
  3. No, va be', semplicemente fantastica! :-D Fa ridere, ma anche pensare, perché son tutte vere le cose che hai scritto! E non ci dimentichiamo la ricetta che è una gran bella ricetta!

    Fabio

    RispondiElimina
  4. Parto dalla pie, semplicemente divina, come del resto tutte le creazioni degli Hairy Bikers.
    Fantastica la pasta gluten-free, ma ancora più fantastica la..presentazione!!! Complimenti davvero (e non sono ironica!) per la scelta, io sono da sempre allergica ai cuori ogni giorno dell'anno, figuriamoci a San Valentino!!!!
    E post da incorniciare, che condivido al 100%: essere mogli e madri, seguire i propri figli nella crescita e nell'educazione è una scelta coraggiosa e controcorrente, che non potrà che giovare ai tuoi bambini. Avere la mamma sempre accanto è un privilegio di pochi purtroppo, ma gli individui crescono sicuramente più sani ed equilibrati.
    E poi si vede che tu sei una moglie e una mamma appagata e felice!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  5. grande Cri :)
    per la fantastica pie con le corna, che fa troppo ridere :D
    ma anche per ciò che scrivi!

    RispondiElimina
  6. Solo tu potevi mettere le corna a San Valentino.... che roba fantastica!!! Sai che non sono d'accordo sul fatto che le nostre nonne erano soddisfatte di essere madri e mogli... non c'era il divorzio... Bisognerebbe sentire loro! Un bascione!!

    RispondiElimina
  7. Condivido all'estrema potenza, dal poco valore che si da all'essere dei BUONI genitori, al rimbalzamento sull'ennesima festa puramente commerciale alla meravigliosa finta sfoglia. Ma essere nata 80 e passa anni fa... no ehh... mica per altro, ma perchè vorrebbe dire avere ottant'anni!! Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  8. Oggi io festeggio il compleanno della mia mamma e gli onomastici delle Valentine che conosco, festeggiare gli affetti è anche domani, dopodomani, domani l'altro ancora...tra un mese, tra due anni...
    Le scelte sono scelte, lapalissiano vero? Mica tanto, perchè ogni scelta ha anche una punta di agro, perchè porta con sè la responsabilità e la necessità di portare a buon fine qualcosa...ce ne dimentichiamo oggi, ma anche ottant'anni fa. Al momento stai seminando per la tua famiglia, il raccolto ci sarà.
    La pie è semplicemente incantevole, da provare con un ripieno così ricco e gustoso
    Sorrisi per te e buon fine settimana :-D

    RispondiElimina
  9. Bene, allora questo spettacolo non me lo merito perché la penso esattamente come te. Che il San Valentino non so neanche cosa sia...ho smesso di starci dietro dopo che appena fidanzata, un millennio fa, regalai a mio marito un paio di boxer ridicoli, proprio per sottolineare l'assurdo di una festa del genere, e mi ritrovai con una suocera scandalizzata. Vabbè! Sei una gran donna, lo penso ogni giorno di più! Ti abbraccio mia cara, e quel coperchio cornuto è proprio ganzo! Pat

    RispondiElimina
  10. sei mi-ti-ca!!!!
    anche a me san valentino scivola addosso... mio marito e io festeggiamo il nostro anniversario, punto. sul fatto di essere nata 80 anni fa... anche no! ;)
    un abbraccio

    RispondiElimina
  11. ma perchè ti scopro solo ora?

    RispondiElimina