domenica 27 marzo 2016

Cassata al forno

Buongiorno, Pasqua è prossima e credo che sulle tavole di quasi tutti noi farà capolino un dolce con la ricotta. Oggi è la Giornata Nazionale dedicata alla Cassata, un dolce che definire sontuoso è poco.
Tipicamente siciliano, con tutte le influenze arabe che questo comporta, è una preparazione ricca ed elaborata. Non volendo mancare, anche se Elisa che ne è l'ambasciatrice mi aveva "graziato", ho deciso di puntare su una versione meno complessa, quella al forno in cui non sono previsti la pasta di mandorle e i canditi. D'altronde non so dove, e smentitemi se sbaglio, credo che il dolce sia nato come una semplice crema di ricotta a cui, con il tempo, sono andati aggiungendosi gli altri elementi. 

Non trovandola sui libri che ho in casa mi sono affidata a questa versione con qualche variante: 


Per la frolla:
500 g di farina di grano tenero 00
200 g di zucchero
100 g di burro
100 g di strutto
2 uova e un tuorlo (conservate l'albume)
la buccia di un limone
1 bustina di lievito per dolci
Per il ripieno:
700 gr di ricotta di pecora
250-300 gr di zucchero (dipenderà da come la preferite dolce)
80-100 gr di gocce di cioccolato oppure cioccolato fondente a pezzetti.
fette di Pan di Spagna (ho seguito la ricetta del Pan di Spagna a freddo di Massari)
zucchero a velo

Diverse ore prima, potete preparare la crema , passando la ricotta al setaccio o lavorandola in un mixer assieme allo zucchero. Unite il cioccolato. Coprite e lasciate riposare in frigo.
Preparate la frolla. Lavorate i grassi con lo zucchero e le uova e per ultima aggiungete la farina aromatizzata con la scorza di limone e il sale. Lavoratela velocemente , avvolgetela nella pellicola e ponetela in frigo a riposare.
Riprendete l'impasto e stendetelo non troppo sottile (circa 1/2 cm). Se volete potete stenderla tra due fogli di carta da forno, sarà più facile metterlo nello stampo.
Ponete la sfoglia nello stampo imburrato e infarinato solo sui lati, mentre sul fondo avrete messo un disco di carta da forno.
Rivestite con la pasta tutto lo stampo.
Mettete sul fondo, fettine di Pan di Spagna alte circa un centimetro.
Versate la crema che avrete mescolato bene sulle fette di Pan di Spagna, livellate bene.


Coprite con altre fette di 
Pan di Spagna.
A questo punto abbassate con una forchetta la pasta frolla in eccesso, se è troppa, tagliatela un po'.
Pennellate il bordo di frolla con albume e coprite con con la pasta avanzata, premendo bene sul bordo. Chiudete bene.
Con la forchetta praticate del forellini sulla disco di copertura.
Infornate in forno preriscaldato a 180° per circa un'ora.
Quando apparirà ben colorita, toglietela dal forno e lasciatela intiepidire, poi mettetela sulla gratella a raffreddare.
Decorate con zucchero a velo, creando un reticolo con fettuccine secche o striscioline di cartoncino.



1 commento:

  1. carissima intanto grazie per aver contribuito, nonostante io sappia quanto tu sia impegnata è oberata in questi giorni! La Cassata al forno è nata proprio in Sicilia, ancora molto diffusa nel Palermitano.... Praticamente è la bisnonna di quella che conosciamo oggi come la Cassata Siciliana, è nata grazie alla dominazione araba sull'isola che hanno portato le mandorle, gli agrumi.... Si è poi raffinata grazie ai conventi di clausura, del Barocco, dei Monsù etc etc.....buona pasqua Cri...bacioni a tutti

    RispondiElimina