sabato 9 gennaio 2016

Tortini di spinaci e sedano rapa

Quando ho visto che tra le varie giornate del Calendario del Cibo Italiano c'era quella dedicata al sedano rapa mi sono venuti in mente un po' di ricordi.
Chi mi segue sa che l'amore sconfinato che ho per la cucina mi è stato trasmesso per via genetica. 
Mia nonna materna, la suora francese, cucinava con nulla e lei si che avrebbe potuto suggerirmi dei piatti per la Settimana dedicata agli Avanzi.
Con niente in frigo riusciva a metter su dei pasti eccezionali.
Lei amava cucinare, mangiare meno.
Tra le sue verdure preferite il sedano rapa.
L'ho conosciuto grazie a lei e resto stupita che a distanza di tanti anni, almeno una ventina, sia ancora così poco presente sulle nostre tavole. 
Parlo del centro nord, spero che nelle zone di origine il consumo sia più frequente.
Lei lo mangiava crudo. 
Grattugiato grossolanamente e condito con una specie di salsa rosa.
Ho faticato a trovarlo nelle frutterie di zona e ve lo presento come contorno in un piatto molto semplice.


Ingredienti (per 8 persone, da La Cucina Italiana, gennaio 1999):

1,500 kg di spinaci freschi
600 g di sedano rapa
300 g di prosciutto crudo
100 ml di panna liquida
3 scalogni
Sbrinz Svizzero (non lo avevo e ho usato del Parmigiano reggiano)
limone
burro
sale
pepe

Lavate gli spinaci più volte sotto l'acqua corrente, dopo averli privati dei gambi più duri.
Sbucciate e tritate lo scalogno.
Pelate il sedano rapa e tagliatelo in fettine.
Scottate gli spinaci 2 minuti in acqua bollente salata.
Lessate nel frattempo il sedano in acqua bollente acidulata con il succo di limone, scolando le fettine ancora al dente.
Scolate gli spinaci, tritateli al coltello e fateli asciugare sul fuoco assieme allo scalogno e una noce di burro. Aggiustate di sale e pepe. Legate il tutto con la panna.
Ritagliate delle fettine di prosciutto cotto con una formina da biscotti che abbia il diametro degli stampi che vorrete utilizzare (ho usato degli stampi da muffin).
Tagliate dei dischetti equivalenti anche dal sedano rapa.
Tritate gli avanzi di sedano e prosciutto e uniteli agli spinaci asciutti.
Ponete nello stampo da muffin prima un po' di Sbrinz grattugiato, poi il dischetto di sedano rapa, in seguito il prosciutto e infine gli spinaci. Fate asciugare in forno per qualche minuto.
*Nella ricetta originale la composizione avviene al contrario usando dei coppapasta monoporzione: quindi prima gli spinaci, poi il prosciutto cotto, il sedano rapa e infine lo Sbrinz con una noce di burro. Il tutto viene fatto gratinare al forno. Fate vobis: dipende da cosa avete a disposizione.


6 commenti:

  1. Noi abitiamo a Mantova, vicinissimi alla zona di produzione, e il supermercato dove facciamo la spesa appartiene a una catena veneta. Qualche sedano rapa si trova sempre, quando è di stagione, ma lo conoscono veramente in pochi! è veramente un peccato, speriamo che la Giornata Nazionale contribuisca a diffonderne la conoscenza!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Cristiana, grazie ancora per aver contribuito alla giornata del sedano rapa!
    Questi tortini sono davvero appetitosi, con lo Sbrinz che è molto saporito devono esserlo ancora di più... complimenti!

    RispondiElimina
  3. Per me fino ad oggi il sedano rapa era solo uno degli ingredienti della Waldorf e della capricciosa... E invece sto scoprendo tantissime ricette invitanti. Me lo procurerò sicuramente e questi tortini saranno sicuramente della partita :)

    RispondiElimina
  4. Una preparazione veramente stuzzicante, ....sedano rapa sa da provare!!!

    RispondiElimina
  5. mi piace!!! proverò senz'altro. Io adoro il sedano rapa!!!
    ciao
    elisa

    RispondiElimina
  6. come facevi ad avere una nonna suora?
    #misonpersaqualchecosa
    e comunque, la cucina dei miracoli che vediamo in questo blog ora ha una spiegazione :-)

    RispondiElimina